Bonus Irpef, un milione e mezzo di lavoratori costretti a restituirlo

0

Circa un milione e mezzo di lavoratori rischia di dover restituire entro fine anno il bonus Irpef ricevuto: i dettagli della possibilità vagliata dal nuovo governo Draghi

Bonus Irpef

Il governo Draghi, oltre a concentrarsi sui problemi riguardanti la pandemia, riflette anche sui provvedimenti da adottare riguardo al Fisco. A tal proposito, secondo quanto riferito da La Repubblica, si riflette sul bonus Irpef da 100 euro per i lavoratori dipendenti. Saranno circa un milione e mezzo le persone ad aver ricevuto i soldi e che dovranno probabilmente restituirli entro la fine dell’anno per la totalità o in parte.

LEGGI ANCHE—> Bonus sociale 2021, come funziona lo sconto sulle bollette

Bonus Irpef, chi rischia la restituzione

Decreto Ristori

Tale possibilità riguarda i contribuenti con reddito dai 28.000 ai 40.000 euro. C’è da dire che fu il governo Conte ad estendere a questi l’erogazione dell’ex bonus Renzi da 80 euro. Il bonus, però, per coloro che guadagnano hanno un reddito inferiore a 28.000 è un credito d’imposta, mentre il secondo è una detrazione. Ad ogni modo, i lavoratori dipendenti rischiano di vedersi arrivare dall’Agenzia delle Entrate la detrazione calcolata su un reddito non reale.

LEGGI ANCHE—> Milano, indagine sui rider: da assumere 60mila lavoratori

Attualmente i requisiti per il bonus Irpef, sono:

  • Reddito tra 26.600 euro e 28.000 euro per 100 euro al mese.
  • Reddito tra 28.000 e 35.000 euro per un importo pari a 80 euro al mese.
  • Reddito tra 35.000 e 40.000 euro una somma decrescente da 80 euro fino a zero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui