Covid, Gordon Ramsay distrutto: confessione devastante

0

Il noto chef Gordon Ramsay ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno lasciato di stucco i suoi fan.

Il coronavirus non ha risparmiato nessuno. Ha fatto piazza pulita, o quasi, rendendo la vita dei cittadini dell’intero globo terrestre un inferno. Oltre al punto di vista sanitario, a essere stati frantumati dal virus sono anche i proprietari di ristoranti come Gordon Ramsay che in un’intervista rilasciata ai microfoni del The Sun ha confessato di avere subito gravi perdite finanziarie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Principe Harry, rivelazione choc: “Mi stava distruggendo” 

Proprietario di ben 18 ristoranti a Londra e altri 17 sparsi in tutto il mondo, Ramsay ha confessato che “dal 19 marzo al 3 febbraio di quest’anno ha subito un calo del fatturato di 57,5 ​​milioni di sterline”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Lady Gaga, il suo dogsitter raggiunto da 4 proiettili: rapiti i cani

Covid, Gordon Ramsay distrutto: confessione devastante

L’ultimo crollo finanziario del 2008 e gli attacchi terroristici dell’11 settembre sono stati superati e Gordon Ramsay ha detto che nel momento in cui il coronavirus ha fatto il suo esordio nelle nostre vite era sicuro che tutto sarebbe finito in un paio di settimane, ma purtroppo non è stato così.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Vaccino Covid, in arrivo l’ok per Johnson&Johnson: la data scelta dall’Ema

I microfoni del The Sun sono stati la sua valvola di sfogo. Lo chef ha rivelato di avere difficoltà nel riuscire a tenere su di morale i giovani dipendenti perché “ci sono state tante lacrime e tante persone che hanno perso la testa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Twitter, in arrivo contenuti a pagamento: la possibile novità

“Ho sempre reinvestito i miei soldi nell’attività, sono sempre stato molto generoso. Spesso vengo criticato per essere ricco, ma la responsabilità che incombe sulle mie spalle è enorme”, chiosa Gordon Ramsay.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui