Bonus sociale 2021, come funziona lo sconto sulle bollette

0

Bonus sociale 2021, come funziona lo sconto sulle bollette che interessa quasi 3 milioni di famiglie in Italia. Cambia la domanda

Bollette energia
Bonus sociale 2021 (Websource)

Lo sconto sulle fatture di gas, luce e acqua anche quest’anno è una realtà e interesserà circa 2,6 milioni di famiglie in Italia. Merito del bonus sociale 2021 che è stato riconfermato ed è destinato esclusivamente a chi sia in condizioni di disagio economico o fisico ma anche ai nuclei familiari numerosi.

Rispetto al recente passato c’è un passaggio in meno e un vantaggio in più. Basterà infatti compilare la Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica) per attestare il proprio Isee. A quel punto si potrà ottenere lo sconto sulla spesa per le forniture di energia elettrica, gas e acqua. Diverso invece il discorso legato al bonus elettrico per il disagio fisico destinato ai soggetti  in gravi condizioni di salute e che impiegano apparecchiature elettromedicali salvavita. Solo questi dovranno continuare a presentare la richiesta presso i Comuni di residenza o i Caf abilitati.

Bonus gas, come ottenerlo
Bonus gas, come ottenerlo e i requisiti (Getty Images)

L’Inps, dopo aver controllato se sussistono le condizioni necessarie, invierà in automatico le informazioni alla banca dati con tutte informazioni utili. Incrociando i dati trasmessi dall’Inps e quelli contenuti delle banche dati dei vari gestori idrici saranno individuate  le forniture dirette da sostenere e quindi erogati i bonus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus gas, a chi spetta e come ottenerlo

Bonus sociale 2021, quali sono i criteri per riceverlo e quanti mesi copre

Come viene assegnato il bonus sociale 2021? Quelli legati al gas e alla luce saranno
applicati direttamente alla bolletta se uno dei componenti del nucleo familiare è intestatario di una fornitura diretta. Invece quando la fornitura è condominiale, è riconosciuto l’intero importo una volta l’anno. E se il cliente decide di chiudere l’utenza o effettua una voltura per un cambio di residenza o di abitazione, il bonus sarà erogato in un’unica soluzione.

Acqua del rubinetto
Il bonus è anche per la fornitura di acqua (Pixabay)

Ognuno dei bonus copre 12 mesi a partire dalla data di concessione della riduzione. Le prime verifiche per l’ammissione al bonus 2021 cominceranno a luglio. Ogni nucleo ha diritto ad un solo bonus per ciascun tipo di fornitura e per il 2021 i criteri per l’assegnazione non sono cambiati.

Quello essenziale è l’indicatore Isee non superiore a 8.265 euro. Poi una famiglia con almeno 4 figli a carico e un indicatore Isee non superiore ai 20mila euro, E ancora, essere titolare di reddito o pensione di cittadinanza. In più uno dei componenti del nucleo familiare deve risultare titolare di una fornitura elettrica (sia mono che centralizzata), di gas o idrica per usi domestici attiva.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui