Riapertura sale, Rutelli: “Serve prudenza verso un facile ottimismo”

0

Riapertura sale cinematografiche, il presidente dell’Anica Francesco Rutelli sostiene: “Serve prudenza verso un facile ottimismo”

riapertura sale
Riapertura sale, l’intervento di Francesco Rutelli (Facebook)

Tra i settori che più stanno vivendo con difficoltà l’emergenza Covid e le conseguenti restrizioni per contenere il contagio, c’è sicuramente quello dell’intrattenimento e dello spettacolo. Le sale cinematografiche sono chiuse da mesi e, soprattutto negli ultimi giorni, si è parlato con ottimismo di una possibile riapertura. A calmare le acque ci ha pensato Francesco Rutelli, il presidente dell’Anica.

Il Comitato tecnico scientifico ha fornito indicazioni restrittive al Governo circa una possibile riapertura, nonostante tutte le linee di rilevazione con le sale aperte dimostrano come non ci siano stati grossi problemi a livello sanitario” le parole riportate dall’Ansa: “C’è comunque da dire che per l’apertura di una sala ci vuole un lungo processo industriale, ben lontano da attività più semplici a livello di gestione come un negozio di ferramenta”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scuola, Bianchi: “Vogliamo vaccinare subito il personale scolastico”

Riapertura sale, Rutelli: “Bisogna essere prudenti”

Chiusura teatri
Il presidente dell’Anica predica calma e attenzione (Foto: Getty)

Sul tema riapertura delle sale cinematografiche, è intervenuto il presidente dell’Anica Francesco Rutelli. Credo che per su questo tema ci sia bisogno di prudenza, nessun facile ottimismo. Serve programmazione di bilancio, di informazione al pubblico e di agibilità delle sale” ha sottolineato a margine della presentazione a Roma di un corto sulla ricerca scientifica: “Non credo ci sia stata poca attenzione da parte del Governo, semplicemente ci vuole molta prudenza”.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Speranza: “Allentare le misure? Non ci sono le condizioni”

Abbiamo avuto la scorsa settimana un incontro con il ministro. Noi dell’Anica, ma anche l’Anec, valuteremo con attenzione e aspettiamo una risposta. Una cosa è sicura: la produzione industriale non si è mai fermata, c’è molta resilienza nell’ambiente cinema” ha poi concluso Francesco Rutelli: “Noi andiamo sempre avanti, nel rispetto dei rigorosi protocolli”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui