Covid, il piano di Johnson per uscire dal lockdown: 4 tappe fino a giugno

0

Covid, il piano di Johnson per uscire dal lockdown: 4 tappe fino a giugno. Nel Regno Unito già 16 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose del vaccino

Boris Johnson
Covid, il piano di Johnson per uscire dal lockdown: 4 tappe fino a giugno (foto: Getty)

Procede spedito in Gran Bretagna il processo di vaccinazione per la popolazione più anziana e per gli operatori sanitari. Alla metà di febbraio sono già oltre 16 milioni i cittadini che hanno ricevuto almeno una dose (il 24,86%) e 589mila quelli che hanno completato tutto il processo di copertura (lo 0,87%). Lo sforzo di produrre in casa l’antidoto, AstraZeneca, e di organizzare gli spazi pubblici per le somministrazioni sta dando i primi frutti. Boris Johnson sta infatti già pensando a quelli che saranno gli step per il ritorno alla normalità post lockdown.

Il suo governo ha definito le quattro fasi di uscita dal blocco attuale fino alle aperture cospicue di giugno.

Ad esempio i cinema sono stati piazzati al terzo livello di questo schema, il che significa che potranno aprire il 17 maggio, ovviamente con alcune restrizioni.

LEGGI ANCHE >>> Gran Bretagna, oltre 15 milioni di persone vaccinate: Johnson entusiasta

LEGGI ANCHE >>> Covid, Boris Johnson: “Da lunedì piano per uscire dal lockdown”

Covid, il piano di Johnson per uscire dal lockdown: previste 4 tappe da marzo a giugno

Boris Johnson
Covid, il piano di Johnson per uscire dal lockdown: 4 tappe fino a giugno (Foto: Getty)

Il graduale allentamento delle restrizioni in Gran Bretagna inizierà il prossimo 8 marzo e, a seconda dei tassi di infezione, il paese potrebbe tornare a un livello di normalità entro la fine di giugno. Le informazioni sui viaggi internazionali saranno fornite dettagliatamente nei prossimi mesi.

Il governo sta anche valutando l’idea di “certificati Covid” e “passaporti Covid”, per identificare chi ha già avuto il virus o ha già ricevuto la dose di antidoto. Nonostante la misura era stata criticata perchè ritenuta discriminatoria, secondo Johnson potrebbe consentire di accelerare la ripresa del Paese.

Le scadenze previste dal governo Johnson per l’uscita graduale dal lockdown:

8 marzo: tutte le scuole riaprono e qualche piccolo allentamento delle regole sulle diverse riunioni familiari all’aperto.

29 marzo: Verrà revocato l’ordine di “restare a casa” e le famiglie potranno incontrarsi all’aperto.

12 aprile: possono riaprire negozi non essenziali e parrucchieri, così come alloggi con angolo cottura ed edifici pubblici come biblioteche e musei. Un certo numero di luoghi all’aperto, come i cinema drive-in, potrebbero riprendere le operazioni.

17 maggio: la maggior parte delle regole sui contatti sociali all’aperto verrà revocata, con un limite di 30 persone per le riunioni. Pub e ristoranti potranno servire i clienti all’interno.

21 giugno: tutti i limiti alla socializzazione verranno rimossi e le attività potranno riaprire.

Tutte queste date e condizioni saranno soggette a modifiche e ulteriori revisioni in base all’evolversi della situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui