Covid, il governo Draghi valuta una campagna vaccinale alternativa

0

Il Covid-19 e le varianti continuano a perseverare sull’intero Paese. le regioni chiedono che sia adottata una campagna vaccinale alternativa

Mario Draghi cambio campagna vaccinale
Mario Draghi (Facebook)

Mentre la diffusione delle varianti Covid continua a perseverare in tutto il mondo, il governo Draghi prende in considerazione un cambio di rotta sulla campagna vaccinale in Italia.

Una decisione che arriva alla vigilia del Consiglio dei ministri maturata in seguito all’annuncio dell’azienda farmaceutica AstraZeneca. Difatti quest’ultima avrebbe fatto dei tagli sulla consegna dei vaccini prevista nelle regioni italiane. Un taglio del 15% che attualmente ha già interessato la regione Lazio e l’Emilia Romagna che rispettivamente hanno ricevuto  9mila e 5mila dosi di vaccino AstraZeneca in meno.

Un taglio, che come annunciato, nei prossimi giorni interesserà altre regione. Per questo motivo le stesse premono sul governo Draghi affinché ci possa essere un cambiamento decisivo nella campagna vaccinale.

VEDI ANCHE>>> Covid, vaccino AstraZeneca: nuovi tagli sulle forniture in Italia

Ma quale cambiamento decisivo starebbe valutando il governo sulla campagna vaccinale in Italia?

Vaccino Covid
Vaccini (Foto: Getty)

L’idea del governo Draghi sarebbe quella di seguire il modello adottato dalla Gran Bretagna che prevede, per tutta la popolazione e subito, la somministrazione di una sola dose del vaccino anglo-svedese.

POTREBBE INTERESSARTI QUESTO>>> I bonus che rischiano di sparire con il governo Draghi

Per fare ciò saranno usate tutte le strutture esistenti. Tra queste gli aeroporti, le stazioni ed i parcheggi. Confindustria, attraverso la persona di Carlo Bonomi, avrebbe addirittura dichiarato, a Palazzo Chigi a Roma, di essere pronta ad aprire le fabbriche per vaccinare i dipendenti e le famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui