Treviso, uccide il figlio di due anni e si toglie la vita: la ricostruzione

0

Tragedia a Castello di Godego, in provincia di Treviso. Un uomo ha ucciso suo figlio di due anni e poi si è tolto la vita

treviso figlio
Treviso, uomo uccide il figlio di due anni e poi si toglie la vita (Getty Images)

È stato il nonno del bimbo a trovare i corpi e a lanciare l’allarme. A Castello di Godego, in provincia di Treviso, poco dopo le ore 13 di oggi sabato 20 febbraio si è consumata una tragedia. Egidio Battaglia, un uomo di 43 anni, ha soffocato il figlio Massimiliano di soli due anni e poi si è tolto la vita. 

Il tragico omicidio-suicidio è avvenuto in Piazza Città di Boves a Castello di Godego. Sulla scena del delitto si è ritrovato il nonno del bimbo che, dopo aver rivenuto i due corpi senza vita, ha immediatamente chiamato le forze dell’ordine. Sul posto si sono recati Carabinieri e Vigili del fuoco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manca, caso da riaprire. Avvocato Ingroia a iNews24: “Chiederemo la riesumazione del cadavere”

Treviso, tragedia a Castello di Godego: uccide il figlio e si toglie la vita

Carabinieri
In corso le indagini per capire l’esatta dinamica dei fatti (Foto: Pixabay)

Sono in corso in queste ore le indagini da parte delle forze dell’ordine per la ricostruzione esatta dei fatti. A Castello di Godego, un piccolo comune in provincia di Treviso, un uomo di 43 anni si è tolto la vita dopo aver ucciso suo figlio. Si chiamava Egidio Battaglia il padre, ed era un dipendente dell’azienda Pavan a Galliera Veneta. Stando alle prime ricostruzioni, sembrerebbe che l’uomo abbia prima soffocato il piccolo Massimiliano di due anni, e poi si sia suicidato tagliandosi la gola.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Palermo, condannati per mafia percepivano reddito di cittadinanza: l’operazione

Resta ora da capire quali motivazioni abbiano spinto l’uomo a compiere il folle gesto. Poco dopo l’allarme, anche il Pm Mara De Donà si è recato sulla scena del delitto. Seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui