Vaccino Covid, Meloni: “Cosa si aspetta per rimuovere Arcuri dall’incarico?”

0

Vaccino Covid, la leader di Fdl Giorgia Meloni si scaglia contro il commissario Arcuri: “Cosa si aspetta per rimuoverlo dall’incarico?”

vaccino covid
Vaccino Covid, il commento di Giorgia Meloni sull’operato del commissario Arcuri (Getty Images)

Prosegue senza sosta la campagna vaccinale anti Covid in Italia, seppur con qualche intoppo e problema di troppo dovuti a fattori esterni. Preso di mira il Commissario straordinario Domenico Arcuri, incaricato di gestire l’intero sistema di vaccinazione in Italia. Poco fa, la leader di Fdl Giorgia Meloni è intervenuta proprio in questo senso su Twitter.

Disastri, ritardi, fallimenti, gestione imbarazzante e vergognosa dei soldi degli italiani. Ma cosa stiamo aspettando ancora per rimuovere il commissario Domenico Arcuri dal suo incarico?” è la dura critica della Meloni. Nei commenti, centinaia di persone le hanno dato ragione, rincarando la dose e sottolineando tutte le problematiche scaturite dalla gestione di Arcuri sulle somministrazioni del vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Toninelli (M5s) a iNews24: “Draghi, non è fiducia incondizionata. Il Movimento aspetta Conte”

Vaccino Covid, Bonaccini: “Draghi si faccia sentire in Europa”

Bonaccini Covid
L’appello di Stefano Bonaccini a Mario Draghi (Foto: Facebook)

Sul tema vaccino anti Covid, è intervenuto anche il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini nel corso di un’intervista rilasciata a Sky TG24. Questa volta, le sue parole sono rivolte al neo presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi, al lavoro da qualche giorno. “Mi auguro che, per le relazioni e l’importanza che ha, riesca ad imporsi in Europa e a farsi sentire. È palese che alcune aziende non siano state in grado di rispettare i contratti firmati” le sue parole in merito alla campagna vaccinale.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Zaia: “Zona gialla o arancione in Veneto? I dati sono chiari”

Spero veramente che i ritardi accumulati dalle aziende farmaceutiche vengano recuperati in maniera celere. A partire da Pfizer e Moderna per poi passare ad AstraZeneca” ha poi concluso Bonaccini: “Spero inoltre che anche Johnson & Johnson venga validata entro la fine del prossimo mese“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui