Scuola, esami di maturità e terza media: la decisione di Bianchi

0

Scuola, come annunciato dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, gli esami di maturità e terza media saranno orali

scuola maturità
Scuola, come si svolgeranno gli esami di terza media e maturità (Getty Images)

Tra i tanti temi caldi delle ultime settimane, c’è quello relativo alla scuola. Con l’insediamento del nuovo governo, Patrizio Bianchi ha ottenuto il ruolo di ministro dell’istruzione, e dovrà ora agire per la programmazione degli esami di maturità e di terza media. Stando a quanto riferisce l’Ansa, sono già pronte le ordinanze e lunedì verranno inviate al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione per un parere.

Al loro interno vengono definiti gli esami di giugno, tenendo ovviamente conto dell’emergenza Covid e dell’impatto che sta avendo sulla vita scolastica. Sia per il primo che per il secondo ciclo, è prevista una prova esclusivamente orale che partirà dalla discussione di un elaborato. A renderlo noto Bianchi, che ha anche definito il 16 giugno come data d’inizio della sessione d’esame di maturità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, Meloni: “Cosa si aspetta per rimuovere Arcuri dall’incarico?”

Scuola, Bianchi: “Esami di maturità e terza media orali”

ritorno a scuola
L’annuncio del ministro Patrizio Bianchi (Getty Images)

Prima importante decisione presa dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi: lo svolgimento degli esami di maturità e terza media. Come sottolineato nelle ordinanze inviate al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione per un parere, entrambi i cicli si baseranno sulla discussione di un elaborato.Con questa tipologia di esami, gli studenti potranno esprimere quanto maturato nel corso dei loro anni di studio” ha dichiarato Bianchi: “L’argomento di discussione potrà essere un testo, ma anche una prova pratica o un prodotto multimediale“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Zaia: “Zona gialla o arancione in Veneto? I dati sono chiari”

L’obiettivo è quello di dare loro la possibilità di dimostrato quanto appreso e compreso, la loro capacità di pensiero critico e di espressione. L’esame è il diritto di tutte le studentesse e tutti gli studenti ad essere valutati sulla base di quanto svolto negli anniha poi concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui