Bonus vacanze 2021: come funziona, scadenze e importi

0

Bonus vacanze 2021: manca solo il voto, ma il sostegno per le spese degli italiani e per il rilancio del turismo è pronto al rinnovo

Spiaggia e rischio Covid19
Bonus vacanze 2021 (Pixabay)

Il bonus vacanze 2021? Ci sarà e durerà anche più a lungo. Manca soltanto la votazione fiale, che è prevista per sabato 20 febbraio, ma ormai non sembrano esserci più dubbi. Sia il nuovo governo Draghi che i relatori hanno già espresso parere favorevole per inserirlo nel decreto Milleproroghe con una novità importante.

La misura di sostegno per ridare fiato al comparto del turismo durerà sei mesi in più. Sarebbe scaduta il 30 giugno prossimo, come aveva previsto il governo Conte, e invece andrà avanti fino al 31 dicembre 2021. Tutto questo però almeno sulla carta perché nessuno al momento può fare previsioni su quello che succederà la prossima primavera ed estate in Italia.

Non dovrebbero comunque cambiare gli importi minimi e massimi del bonus. Il contributo sarà per un massimo di 500 euro, da utilizzare per soggiorni in alberghi, villaggi turistici, bed&breakfast, campeggi, agriturismi sul territorio italiano. Effettivamente l’importo sarà tarato in base ai numeri che compongono il nucleo familiare: 500 euro per ogni famiglia composta da tre o più persone, 300 euro da due persone, 150 euro da una persona sola.

POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Bonus Vacanze, erogati oltre un milione di incentivi: le regioni

Bonus vacanze 2021: gli importi minimi e massimi, come richiederlo e dove si può spendere

Covid 19
Bonus Vacanze, novità nel 2021 (Getty Images )

Come funziona il bonus vacanze 2021? Dovrà essere speso in un’unica soluzione e potrà essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare. Questo comunque può anche essere diverso dalla persona che lo ha richiesto.Se non cambieranno le regole, potranno richiedere il bonus vacanze 2021 tutti i nuclei familiari con ISEE fino a 40mila euro. Per questo sarà necessaria la DSU (Dichiarazione sostitutiva unica), con dati anagrafici, patrimoniali e reddituali valida fino al 31 dicembre successivo

Per ottenerlo è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso di un’identità digitale SPID o CIE. Infatti alla presentazione della richiesta si dovranno inserire le credenziali SPID e successivamente caricare l’ISEE. Una volta autorizzata la domanda, l’80% della cifra sarà applicata sotto forma di sconto da parte della struttura ricettiva. Il resto invece potrà essere detratto nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo.

Ma quali sono le strutture ricettive nelle quali si potrà utilizzare il bonus vacanze 2021? Federalberghi ha creato anche un sito apposito, bonusvacanze.italyhotels.it che permette agli utenti di visiobnare tutte le strutture che accettano il bonus vacanze. Ci sono poi anche altri siti, come bed-and-breakfast.it, che allo stesso modo hanno caricato un elenco delle strutture nelle quali sarà possibile utilizzare lo sconto.

In base ai dati comunicati da PagoPA, nel 2020 le famiglie che hanno richiesto il bonus vacanze sono state quasi 1,9 milioni, per una cifra paria  di 830 milioni. Meno del 40% di quelle che erano previste dal governo, pari a 4,8 milioni. Ma soprattutto a fronte delle richieste, in realtà il bonus è stato effettivamente speso da un numero limitato di persone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui