Usa, Trump contro l’establishment repubblicano: l’attacco del tycoon

0

Nuovo colpo di scena negli Usa, con Donald Trump che attacca l’establishment repubblicano. Nel mirino del tycoon il mancato appoggio sulle accuse di brogli.

Usa Trump repubblicano
Il tycoon contro il suo partito (@GettyImages)

Prima uscita ufficiale di Donald Trump dopo che ha lasciato la presidenza degli Usa. Infatti il tycoon ha deciso di attaccare l’intero establishment americano, a causa del mancato appoggio durante le “accuse di brogli” ai danni del neo presidente Joe Biden. La frustrazione di Trump si è manifestata soprattutto nei confronti dell’establishment americano.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Regina Elisabetta, paura per il principe Filippo: ha avuto un malore

Il tutto è arrivato durante la prima intervista di Trump dall’uscita alla Casa Bianca, rilasciata alla Fox. Infatti proprio tale televisione è filo-repubblicana ed ha sempre appoggiato il tycoon durante i suoi quattro anni di presidenza. Come detto, il 45esimo presidente degli Usa ha affermato senza mezzi termini: “Penso che abbiamo vinto in modo significativo. Ci sarebbero state rivolte in tutto il Paese se fosse successo ai democratici“.

Usa, Trump contro l’establishment americano: “Mancanza di sostegno”

Usa Trump REPUBBLICANO
Il tycoon punta il dito contro l’establishment (Getty Images)

Ma l’accusa più grande arrivata da Donald Trump è proprio il mancato sostegno a certi livelli da parte dell’establishment americano. Infatti, specialmente dopo l’attacco al Congresso, abbiamo visto come alcuni volti noti abbiano abbandonato il tycoon. Da Mitt Romney fino ad arrivare a Mitch McConnell, veri e propri cavalli di battaglia dei repubblicani che hanno deciso di voltare la faccia dopo i fatti del 6 gennaio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Usa, Biden promette: “Entro luglio ogni americano sarà vaccinato”

Proprio per questo motivo, Trump adesso lancia una vera e propria sfida a Mitch McConnell, capo della maggioranza repubblicana in Senato. Il tycoon ha definito il rivale repubblicano come un “arcigno, scontroso e accigliato politicante. Infatti McConnell, nonostante abbia votato a favore di Trump nel processo per Impeachment, aveva comunque etichettato come “praticamente e moralmente responsabile” degli attacchi a Capitol Hill. Alla prima occasione, così, Trump ha attaccato l’establishment repubblicano stravolgendo nuovamente gli equilibri della politica americana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui