Milano, gilet arancioni in protesta contro le restrizioni anti Covid

0

Continuano le proteste dei gilet arancioni contro le restrizioni anti Covid. Oggi una folla si è riunita a Milano

milano gilet arancioni
Milano, gilet arancioni in protesta contro le restrizioni (Getty Images)

Qualche mese fa, le proteste dei gilet arancioni in piazza Duomo avevano fatto parecchio discutere. Migliaia di persone accalcate e ovviamente senza mascherina, contro le ultime misure imposte dal governo per rallentare l’esposizione al virus. Questa mattina, l’organizzazione dell’ex generale dei Carabinieri Antonio Pappalardo è tornata in piazza Duomo a Milano.

Il motivo è sempre lo stesso: protestare contro le restrizioni imposte dal governo per rallentare la curva epidemiologica del Covid. Si sono riunite una decina di persone, senza rispettare né la distanza minima né indossando la mascherina. “Riteniamo i lockdown inutili e assolutamente irragionevoli” le parole di Pappalardo: “Noi non siamo negazionisti, sappiamo che il virus esiste. Ma i livelli non sono tali da impedire alla gente di lavorare, con l’economia che sta tracollando“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, ordinanza anti Carnevale: De Luca vieta feste e cortei in Campania

Gilet arancioni a Milano: “Mascherine pericolose e non protettive”

Milano femminicidio
Le parole dell’ex Carabiniere Pappalardo (via Getty Images)

Una nuova protesta dei Gilet arancioni si è tenuta questa mattina in piazza Duomo a Milano. Circa una decina di persone, guidata dall’ex Carabiniere Antonio Pappalardo. Il motivo della protesta rimane lo stesso: le restrizioni anti Covid imposte dal governo. “Si tratta di strette del tutto irragionevoli. Abbiamo il numero di morti più elevato al mondo, questo vuol dire che il lockdown non funziona come dovrebbe” ha rivelato Pappalardo: “Draghi è una persona competente, non potrà sbagliare. Speriamo ci sia una svolta“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, il Cts lancia l’allarme: “Possibile chiusura delle scuole per le varianti”

Non potrà dire come Di Maio ‘Non sapevo niente’. Se sbaglia, sa già che gli punteremo il dito contro. I gilet arancioni possono essere considerati l’unico vero movimento dell’opposizione” ha poi continuato l’ex Carabiniere: “Mascherine? Sono pericolose e non proteggono. Dobbiamo essere liberi di agire e decidere se indossarle o meno“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui