Tokyo 2020, Mori si scusa dopo le dimissioni: “Commenti poco opportuni”

0

L’ex presidente del Comitato Olimpico giapponese per Tokyo 2020, Yoshiro Mori, si scusa dopo le dimissioni per i commenti poco opportuni.

Tokyo 2020 Mori dimissioni
Le scuse del presidente dimissionario dopo le dichiarazioni sessiste (Getty Images)

Svolta clamorosa per Tokyo 2020, infatti le Olimpiadi più in dubbio di sempre vedono adesso anche le dimissioni di Yoshiro Mori, presidente del Comitato Olimpico Giapponese. Infatti lo stesso Mori ha confermato la decisione di farsi da parte, dopo il “mea culpa” arrivato in seguito ad alcune frasi sessiste. L’uomo di 83 anni, ex premier del paese Nipponico, aveva fatto scalpore per alcune frasi sulle donne.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid Usa, i morti salgono a 475mila: Biden accelera sui vaccini

Dopo aver capito di aver sbagliato ha deciso di lasciare il Comitato Olimpico del paese. Infatti su una proposta di allargare il Consiglio a più donne, Mori, senza pensarci troppo aveva definito la mossa un vero e proprio rischio. Ma non solo, l’ex premier aveva condannato la proposta etichettando le donne come persone che parlano più del dovuto. Un autogoal clamoroso, Mori che ha deciso di scusarsi pubblicamente, definendo le sue frasi “poco opportune“.

Olimpiadi, arrivano le dimissioni di Mori: nuove incertezze per la manifestazione estiva

Tokyo Mori Dimissioni
Le Olimpiadi di Tokyo continuano a restare appese ad un filo (Foto: Getty)

Quelle di Tokyo 2020, con molte probabilità sono tra le Olimpiadi più travagliate della storia, con la competizione che già è stata rimandata di un anno. Come se non bastasse, le parole scandalose di Yoshiro Mori e le seguenti dimissioni hanno portato ulteriori incertezze sulla manifestazione estiva. Una situazione precaria, con Tokyo che rischia seriamente di perdere le proprie Olimpiadi. Sono diverse le voci che si sono rincorse nei mesi sulle modalità di svolgimento.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid, svolta in Ungheria: emetterà un passaporto per i vaccinati

Infatti per il paese del Sol Levante sarebbe un vero e proprio fallimento svolgere la competizione senza il pubblico sugli spalti. Dal Giappone infatti si cerca di accelerare il processo di vaccinazioni, per permettere agli spettatori di occupare le tribune delle varie località. Ad oggi, Tokyo ha solamente smentito tutte le voci un una cancellazione della manifestazione. Eppure non sono poche le incertezze intorno all’evento, con molti che propongono addirittura lo slittamento di un ulteriore anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui