Governo Draghi, ore decisive: ma la lista dei ministri è un mistero

0

Mario Draghi va verso il Colle per far partire il suo Governo. Regna il mistero sui ministri, con l’ex presidente della Bce che ha tenuto il massimo riserbo.

Governo Draghi
Mario Draghi pronto a salire al collo (Getty Images)

L’esecutivo tecnico scelto da Sergio Mattarella è pronto a partire, con Mario Draghi pronto a salire al Governo. Per ora, l’ex presidente della Bce è ripartito per Città del Pieve ed ha mantenuto il massimo riserbo sul timing col quale andrà al Colle. Una situazione del tutto particolare, specialmente perchè ancora non si sa niente sulla lista dei Ministri. Il timore dei partiti è proprio questo, ossia, stilare la lista dei ministri da solo, senza interpellarli.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Movimento 5 Stelle: Rousseau dice sì a Draghi e Di Battista se ne va

Una delle convinzioni che circola nell’ambiente, però, è che Draghi voglia il massimo equilibrio nella squadra, specialmente per quanto riguarda la presenza femminile. Così è pronta una squadra al 50-50, come ha riportato il Pd. Infatti il partito di centro-sinistra ha proposto Dario Franceschini, Andrea Orlando e Lorenzo Guerini come ministri, ma uno dei tre potrebbe essere rimpiazzato da Debora Serracchiani o dall’ex ministra Roberta Pinotti. Andiamo quindi a vedere la possibile squadra del nuovo governo tecnico.

Governo, grande mistero sui ministri per Draghi: tutte le indiscrezioni

Governo Draghi
L’economista Mario Draghi scelto dal presidente della Repubblica (Getty Images)

Mentre Mario Draghi torna momentaneamente a casa, continua il toto-ministri nell’ambiente politico. L’economista, infatti, è pronto ad introdurre il Ministero della Transizione ecologica, dove in pole c’è l’ex ministro Enrico Giovannini, che godrebbe di un sostegno trasversale. Ad impensierirlo, però, c’è un altro nome che metterebbe d’accordo i 5 Stelle, stiamo parlando del premier uscente Giuseppe Conte.

Sui ministeri economici, invece, non sembrebbe esserci alcun dubbio, con Mario Draghi pronto a mettere i suoi fidati, specialisti nel settore. Proprio qui, infatti potrebbe salire la prima quota rosa di alto profilo, stiamo parlando dell’economista Lucrezia Reichlin. In ballo, oltre alla Reichlin, troviamo anche Daniele Franco (super favorito) e Luigi Federico Signorini (Bankitalia), Ignazio Angeloni (Vigilanza Bce), Dario Scannapieco (Bei) e Ernesto Maria Ruffini (Agenzia delle Entrate).

POTREBBE INTERESSARTI >>> Muroni (LeU) a iNews24: “Con il ministero per la Transizione ecologica si supererà l’ostruzionismo di Mibact e Mise”

Per il Ministero degli Esteri, invece, il nome più accreditato appare quello di Elisabetta Belloni, Segretaria Generale della Farnesina. Ma tra i 5 Stelle c’è grande ottimismo e potrebbe prendere quota la conferma di Luigi Di Maio. Mentre Marta Cartabia è in pole per la Giustizia, con Luciana Lamorgese pronta ad essere confermata per il Ministero dell’Interno. Alla Difesa, invece, potrebbe prendere quota il nome del Generale Claudio Graziano.

Infine con una mancata conferma di Roberto Speranza, al Ministero della Salute potrebbe subentrare Rocco Bellantone, direttore del governo clinico del Gemelli e preside della Facoltà di Medicina della Cattolica di Roma. Le qualità di Bellantone potrebbero portarlo anche a sostituire Domenico Arcuri nel ruolo di commissario. Al momento però regna l’incertezza, con Draghi che pubblicherà i nomi dei ministri solamente al momento della sua salita al colle.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui