Pomezia, investe ed uccide un 68enne: era ubriaco e drogato

0

Un uomo di 30 anni, alla guida ubriaco e drogato, ha invaso la corsia opposta investendo ed uccidendo un 68enne: la tragedia è avvenuta a Pomezia

Salerno infermiere Covid

Era alla guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, l’uomo che ieri sera, mercoledì 10 febbraio, ha invaso la corsia opposta travolgendo un’altra vettura all’interno della quale c’era un uomo di 68 anni. Quest’ultimo, purtroppo, ha pagato con la vita nonostante il tempestivo arrivo del personale del 118. La tragedia è avvenuta in via Torvaianica Alta, nel comune di Pomezia.

LEGGI ANCHE—> Usa, Biden chiama Xi Jinping: prime tensioni sui diritti umani

Pomezia, il 30enne accusato di omicidio stradale

Palermo, carabinieri

Secondo le ricostruzioni della Polizia Locale, intervenuta sul luogo per i dovuti rilievi scientifici, l’uomo di 30 anni, a bordo di una Volkswagen Golf, avrebbe invaso la corsia opposta per cause ancora da accertare, portando ad un violento impatto con l’altra vettura.

LEGGI ANCHE—> Nannicini (PD) a iNews24: “Congresso? Ascoltiamo la base e facciamo in fretta”

Le condizioni del sessantottenne sono subito apparse gravi e, dopo essere stato estratto dalle lamiere del Suv dei Vigili del Fuoco di Pomezia, è deceduto sull’ambulanza mentre veniva trasportato in ospedale.

Il 30enne si era prestato a fornire i primi soccorsi, ma è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale anche per essere stato sottoposto ai test alcolemici e tossicologici risultati positivi.

La pena prevista dal Codice Penale per il reato di omicidio stradale è la reclusione dai 2 ai 7 anni a livello base, cioè quando la morte sia stata indetta violando la disciplina di circolazione stradale. Aggravanti come la guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di farmaci e stupefacenti possono aumentare la pena. Il limite massimo è 18 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui