Bruce Springsteen arrestato, guidava in stato di ebrezza nel New Jersey

0

Bruce Springsteen arrestato, guidava in stato di ebrezza nel New Jersey. I fatti risalgono allo scorso 14 novembre

Bruce Springsteen
Bruce Springsteen arrestato, guida in stato di ebrezza nel New Jersey (Foto: Getty)

Il grande rocker Bruce Springsteen è stato arrestato con l’accusa di guida in stato di ebbrezza nel “suo” New Jersey. I fatti risalgono allo scorso 14 novembre ma la notizia è stata diffusa solo nelle ultime ore dal sito americano Tmz.

Un brutto colpo per il cantautore, protagonista della colonna sonora dello spot pubblicitario della Jeep, andato in onda nell’ultimo Superbowl di Tampa Bay. Proprio il Gruppo Stellantis ha dichiarato che il video è stato temporaneamente sospeso.

Springsteen, 71 anni, era alla guida della sua auto presso la Gateway National Recreation Area a Sandy Hook, come riportato dai media americani, quando è stato fermato da una pattuglia. Si è mostrato disponibile nei confronti degli agenti e non ha opposto resistenza. L’accusa è stata di guida in stato di ebbrezza, guida spericolata e consumo di alcol in un’area chiusa.

LEGGI ANCHE >>> Faenza, Ilenia Fabbri forse uccisa su commissione. Al vaglio l’ipotesi

LEGGI ANCHE >>> Usa, Biden chiama Xi Jinping: prime tensioni sui diritti umani

Bruce Springsteen arrestato, i fatti risalgono allo scorso 14 novembre

Springsteen
Bruce Springsteen arrestato, guida in stato di ebrezza nel New Jersey (Foto: Getty)

Nella sfida tra Kansas City Chiefs e Tampa Bay Buccaneers, domenica scorsa, Springsteen è stato osannato per l’interpretazione di “The Middle“, il video pubblicitario che promuoveva la Jeep del Gruppo Stellantis. La performance musicale, sempre di prim’ordine, vedeva il “Boss” invocare l’unità tra gli americani, in un momento estremamente difficile come questo.

Purtroppo la notizia dell’arresto per guida in stato di ebbrezza ha portato alla sospensione dello spot. Un portavoce di Stellantis ha commentato: “Abbiamo deciso di non mandarlo in onda in attesa di far luce sulla vicenda. Non vogliamo rilasciare commenti in relazione a una notizia di cui non conosciamo bene i contorni. Di sicuro il messaggio di guidare dopo aver bevuto non può mai essere giustificato“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui