Meteo, ancora maltempo: tornano piogge e neve a bassa quota

0

Non si arresta il maltempo sulla nostra penisola, con il meteo che vede protagonista ancora piogge e neve, pronte ad arrivare a bassa quota. 

meteo maltempo
Peggiora nuovamente la situazione meteorologica in Italia (Getty Images)

Il meteo di questo mercoledì 10 febbraio sarà caratterizzato da una forte perturbazione, pronta a regalare l’ennesima giornata segnata dal maltempo. Infatti la situazione meteorologica peggiorerà notevolmente su gran parte della penisola, il tutto caratterizzato dai forti venti di Libeccio. Proprio questo vento, creerà non pochi disagi in Liguria, dove il peggioramento meteorologico sarà più evidente.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Emilia Romagna propone acquisti extra in autonomia

Ma la situazione potrebbe peggiorare addirittura nel pomeriggio, quando queste piogge si trasformeranno in autentici nubifragi pronti a colpire le regioni centro-meridionali come Lazio, Campania e Calabria Tirrenica. Allo stesso tempo, spostandoci verso Nord, vedremo come la neve tornerà a coprire i rilievi alpini anche a bassa quota. La situazione è destinata a peggiorare, con l’arrivo dei venti di Burian che caratterizzeranno il weekend di San Valentino.

Meteo, maltempo su gran parte dell’Italia: cosa sta succedendo sulla penisola

Meteo maltempo
Cosa sta accadendo dal punto di vista meteorologico (via Getty Images)

Il meteo di questo mercoledì sarà altamente influenzato dall’arrivo di un nuovo vortice dalla Russia che andrà a rafforzare i sistemi depressionari, pronti a loro volta ad espandere il maltempo sulla penisola. Inoltre, proprio in queste ore, sul Golfo di Biscaglia sta nascendo l’ennesimo vortice di bassa pressione pronto a catapultarsi sull’Italia nelle prossime 24 ore. Andiamo quindi a vedere la situazione sui tre settori principali.

Partiamo dalle regioni del Nord Italia dove avremo un primo peggioramento delle condizioni meteo. Infatti qui il maltempo tornerà a colpire su tutti gli angoli del settore, con la neve che cadrà sulle vette delle Alpi già dai 600 metri d’altezza. I fenomeni, però, si placheranno in serata, con cieli maggiormente sereni su tutto il settore, fatta eccezione per Veneto e Friuli Venezia Giulia. Le temperature saranno in lieve calo, con massime dagli 8 ai 13 gradi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Draghi: “Professori e personale scolastico hanno priorità”

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo un clima caratterizzato da piogge e precipitazioni soprattutto sulla costa Tirrenica. Infatti le perturbazioni e nubifragi colpiranno soprattutto Lazio e Toscana. Al centro della penisola avremo piogge sull’Umbria, mentre sul versante adriatico avremo altre lievi precipitazioni, con alcune aperture in Abruzzo. Le temperature rimarranno stabili, con massime pronte a oscillare tra gli 11 ed i 16 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo iniziali schiarite durante le prime ore del mattino. Ma poi, con l’evolversi della giornata degli autentici nubifragi potrebbero abbattersi sulla penisola. Piogge intense colpiranno tutta la costa tirrenica, bagnando Campania e Calabria. Situazione che invece risulterà migliore sulla Puglia e la Sicilia, ancora libere dalle precipitazioni. Le temperature rimarranno invariate, con massime che oscilleranno dai 15 ai 20 gradi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui