Bonus affitto, a chi spetta e come ottenerlo

0

Il bonus affitto è l’incentivo per i locatori di immobili ad uso abitativo che abbassano il canone mensile agli inquilini: i requisiti e cosa fare per ottenerlo

Bonus affitto

Il bonus affitto è un contributo a fondo perduto destinato ai locatori che decidono di ridurre il costo del canone ai propri inquilini. L’incentivo è stato inserito nella Legge di Bilancio 2021 e prevede il 50% della riduzione del canone, fino ad un massimo di 1.200 euro in un anno.

Il bonus riguarda gli immobili ad uso abitativo e tra i requisiti per ottenerlo c’è ne sono due fondamentali: dev’essere l’abitazione principale del locatario e l’immobile dev’essere collocato in un comune ad alta tensione abitativa.

Per ricevere l’incentivo, il locatore dovrà comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate la rinegoziazione del canone di locale e tutte le altre informazioni che servono ai fini dell’erogazione dei soldi.

Sono escluse dal contributo le locazioni di immobili di categorie B, C, D ed E. Il bonus si applica ai contributi in essere a partire dal 29 ottobre 2020.

LEGGI ANCHE—> Covid, infermiere muore dopo il secondo contagio: notizia choc a Salerno

Bonus affitto, come funziona

Decreto Natale

Il contributo è pari al 50% della riduzione del canone, per un limite annuo di 1.200 euro per locatore. Qualora vi fosse una riduzione del canone per tutto il 2021, verrà riconosciuto un contributo fino ad un massimo di 100 euro al mese e quindi per una riduzione del canone di 200 euro. La riduzione può essere limitata ad alcuni mesi.

LEGGI ANCHE—> Tragedia India, crolla un ghiacciaio: 15 morti e 160 dispersi – VIDEO

Praticamente, se un affitto viene ridotto a 400 euro da 500 di base, il proprietario riceverà 50 euro, quindi la metà del totale. Il contributo, rispettando i requisiti previsti, è consentito ai soggetti Irpef ed Ires.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui