Cts, ristoranti aperti anche di sera: tutte le novità

0

Il Cts ha varato nuove regole che entrerebbero in vigore dal 5 marzo. Tra le opzioni anche i ristoranti aperti di sera

Ristoranti aperti di sera
(@GettyImages)

Ristoranti aperti anche di sera in zona gialla, sembrerebbe questa la nuova decisione del Cts che entrerebbe in vigore a partire dal 5 marzo. Una novità assoluta, che non si vedeva da quest’estate, sintomo di un’Italia che sta uscendo a petto in fuori dalla crisi della pandemia. Un primo passo verso il ritorno alla normalità tanto agognato che, però, presenta ancora molte restrizioni.

LEGGI ANCHE > > > Covid, Arcuri annuncia: “7 milioni di vaccinati entro marzo”

Con il piano vaccinale che procede a vele spiegate – nonostante i ritardi annunciati dalle case produttrici – e le giuste restrizioni applicate fino a questo momento, il Cts sembrerebbe essere disposto ad una parziale riapertura lascia intravedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel.

Cts, riaprono i ristoranti anche di sera: tutte le novità

Ristoranti aperti di sera
(@GettyImages)

Stando a quanto riportato sul Corriere della Sera, la decisione di riaprire i ristoranti di sera riguarderebbe soltanto le zone gialle. Si presuppone, dunque, che l’Italia continuerà ad essere divisa per fasce ancora per molto. Una novità riguarda anche la zona arancione dove, a pranzo, potranno aprire tutte le attività di ristoro, finora proibito. Quella di una riapertura totale – nel caso della zona gialla – o parziale – nel caso della zona arancione – potrebbe considerarsi una vera e propria boccata d’aria per i ristoratori che, fino ad oggi, hanno patito molto la crisi pandemica. In entrambi i casi, comunque, bisogna sempre mantenere le precauzioni principali: distanza di sicurezza, mascherina ed altri dispositivi sanitari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Oms, l’appello all’Ue: “Acceleri la campagna di vaccinazioni”

Ancora nessuna notizia, invece, per quanto riguarda le ∫ – mai nominate finora – ancor meno per le palestre, destinate, al momento, all’oblio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui