Imu, prorogato il pagamento della seconda rata: chi ne ha diritto

Imu, varata una nuova proroga per alcuni contribuenti sul saldo della seconda rata. Vediamo nel dettaglio come funziona e chi ne ha diritto. 

Pixabay

Il conguaglio Imu 2020 è stato rinviato per alcune categorie di contribuenti con il varo di una nuova legge di conversione relativa al decreto proroga dello stato di emergenza Covid. Il pagamento della seconda rata è stato infatti posticipato alla data del 28 febbraio 2021, e non è escluso inoltre, che alla scadenza il governo decida di varare un ulteriore proroga. È bene però precisare che questo rinvio non riguarda tutti i contribuenti. Lo slittamento si applica infatti per i cittadini che risiedono nei comuni che a causa dell’emergenza sanitaria ed economica innescata dalla pandemia, non sono riuscite a pubblicare le nuove aliquote dell’imposta, la cui scadenza era originariamente fissata per il 31 Ottobre 2020. 

Leggi anche: Bonus Famiglia, arrivano i pagamenti di febbraio: i dettagli

Imu, mini rinvio automatico come prevede la normativa

Pixabay

I contribuenti che risiedono nei comuni interessati avranno dunque il 28 febbraio 2021 come termine ultimo per saldare la seconda rata della tassa sulla prima casa. Il mini rinvio a cui si accennava in precedenza riguarderà invece lo slittamento di un giorno delle scadenza dal 28 febbraio al 1 Marzo. 

Leggi anche: Agenzia delle Entrate, segnalata una nuova truffa per i contribuenti

Il motivo di questa proroga riguarda esclusivamente la calendarizzazione del mese. Il 28 Febbraio cade infatti di domenica, e la normativa prevede in questi casi, prevede che, nel caso in cui un termine di scadenza cada in un giorno festivo, questo viene automaticamente prorogato al primo giorno seguente non festivo.