Covid, il Regno Unito sperimenta il doppio vaccino per l’immunizzazione

0

Covid, il Regno Unito sperimenta il doppio vaccino per l’immunizzazione. Due farmaci diversi combinati insieme per un miglior effetto

Vaccino Covid
Covid, il Regno Unito sperimenta il doppio vaccino per l’immunizzazione (Foto: Getty)

Il Regno Unito ha dato il via ad una nuova sperimentazione che prevede l’utilizzo di due differenti vaccini per arrivare all’immunizzazione. Sono stati investiti circa 7 milioni e mezzo di euro per verificare se la combinazione di due dosi di marchio diverso possa portare allo stesso risultato finale. Ad esempio utilizzando il vaccino AstraZeneca per la prima dose, seguito da un Pfizer BioNTech per la seconda.

Lo studio è condotto dal National Immunization Schedule Evaluation Consortium (NISEC) attraverso i siti supportati dal National Institute for Health Research (NIHR). Lo scopo è quello di raccogliere prove immunologiche a diversi intervalli tra la prima e la seconda dose per un regime di vaccini misti, rispetto a gruppi di controllo che procedono con il classico iter.

LEGGI ANCHE >>> Covid, la rivelazione del team Oms a Wuhan: “Trovati dati mai visti”

LEGGI ANCHE >>> Covid Usa, raggiunti 450mila morti: Camera approva il “budget resolution”

Covid, il Regno Unito sperimenta il doppio vaccino: due dosi di marchio differente per arrivare all’immunizzazione

Vaccino
Covid, il Regno Unito sperimenta il doppio vaccino per l’immunizzazione (Foto: Getty)

Lo studio avrà una durata di 13 mesi e monitorerà l’impatto dei diversi regimi di dosaggio sulle risposte immunitarie dei pazienti. I primi risultati dovrebbero essere pubblicati in estate, mentre questa modalità di vaccinazione dovrebbe iniziare verso la metà di febbraio.

Qualora lo studio dovesse registrare risultati incoraggianti si potrebbe superare il grande problema delle scorte di vaccini a disposizione. Potendo mischiare le dosi delle differenti case farmaceutiche, anche i ritardi di uno o dell’altro marchio potrebbero essere sopperiti abbastanza facilmente.

Si prevede che oltre 800 pazienti prenderanno parte allo studio, denominato studio Covid-19 Heterologous Prime Boost o “Com-Cov”, in otto diversi siti dislocati sul territorio inglese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui