Postepay, nuovo pericolo all’orizzonte: la truffa che sta colpendo gli utenti

0

Da diversi giorni si sta facendo largo una nuova truffa per i possessori delle Postepay, la quale si compie attraverso un messaggio phishing

postepay
postepay

Le truffe legate ai conti correnti ed alle carte di credito sono sempre più frequenti. Il gruppo Poste Italiane è l’istituto preso maggiormente di mira in tal senso. Postepay e gli altri supporti elettronici sono, però, sicuri al 100% ed infatti le truffe vengono effettuate servendosi del nome, ma sfruttando metodi esterni ai servizi ufficiali.

Si tratta di messaggi di phishing, con i quali, tramite e-mail o sms, i truffatori ingannano gli utenti facendogli credere che il messaggi venga da Poste. Lo scopo è di far inserire i propri dati personali, per poi svuotarne il conto.

LEGGI ANCHE—> Whatsapp, sgambetto da Telegram: una nuova funzione porta via gli utenti

Postepay, il testo del messaggio di phishing: come difendersi

Carta di credito e banca: i siti a rischio truffa
via Pixabay

“Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.
Cosa cambia per te?

Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.

Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione”.

Questo il testo del messaggio incriminato che sta mietendo alcune vittime in Italia. Per proteggersi basta non fornire mai alcun dato a messaggi sospetti. Inoltre, va segnalato con prove certe alla Polizia Postale.

LEGGI ANCHE—> Amazon si prepara a San Valentino: aperto il negozio con tante idee

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui