Patrick Zaki, la Farnesina annuncia: “Italia al lavoro per la scarcerazione”

0

La Farnesina ha annunciato che l’Italia è al lavoro per la scarcerazione dello studente Patrick Zaki che è da quasi un anno recluso in Egitto

Patrick zaki
Patrick Zaki (Facebook)

La Farnesina è tornata sul caso Zaki ed ha fatto sapere che è “l’unico che viene costantemente monitorato da un gruppo di Paesi stranieri grazie all’iniziativa italiana”. Il ministero degli Esteri, tramite l’Ambasciata al Cairo, ha continuato con la sensibilizzazione delle autorità locali “sul caso in questione, con l’obiettivo di favorire la pronta scarcerazione del giovane studente”.

Quest’oggi si è tenute l’udienza sull’eventuale rinnovo della custodia cautelare in carcere e domani ne è atteso l’esito.

LEGGI ANCHE—> Covid Gran Bretagna, individuati casi di variante sudafricana: i dettagli

Patrick Zaki, si è tenuta l’udienza per la scarcerazione: l’esito domani

Caso Zaki

A pochi giorni dall’anniversario, il 7 febbraio, dell’arresto di Patrick Zaki al Cairo, si è tenuta l’udienza per la scarcerazione. Ad ora nessuna decisione è ancora trapelata dai giudici che, qualora non dovessero liberarlo, rinnoveranno la detenzione preventiva per ulteriori 45 giorni. Hoda Nasrallah, legale di Zaki, ha spiegato che l’esito dell’udienza si saprà solo domani.

LEGGI ANCHE—> Covid, in Portogallo record di morti nelle ultime 24 ore: sono stati 5.576

Lo studente egiziano dell’università di Bologna fu arrestato, all’uscita dall’aeroporto della capitale egiziana, con le accuse di propaganda terroristica su Facebook. Da allora è rinchiuso nella sezione Scorpion II del carcere di Tora.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui