Caso Palamara, nuovi retroscena dopo il libro-intervista di Sallusti

0

L’ex presidente Anm ha svelato diversi retroscena di quello che viene definito un vero e proprio sistema all’interno del Csm. 

Getty Images

Faranno sicuramente discutere le dichiarazioni rilasciate dall’ex presidente di Anm Palamara contenute nel libro-intervista “Il Sistema”, in particolar modo dopo il faccia a faccia avvenuto ieri sera tra il magistrato e il leader della Lega Matteo Salvini. L’ammissione di Palamara, che oltretutto promette di fare i nomi di tutti i colleghi coinvolti nella vicenda che lo ha travolto lo scorso anno, potrebbe riportare nello scandalo il Csm. Nel libro che porta la firma del giornalista Alessandro Sallusti, vengono inoltre svelati molti altri retroscena. Tra questi, Palamara racconta ad esempio che, quello più volte definito come “Sistema”, riuscì a convincere e a far desistere all’allora premier Matteo Renzi a nominare il magistrato Gratteri alla guida del Ministero della Giustizia. 

Leggi anche: Palamara, confermata espulsione dall’ANM: un solo voto a suo favore

Caso Palamara, il sistema impedì la nomina di Di Matteo secondo il magistrato

Getty Images

Lo stesso “sistema” che tempo dopo, però la stessa opera di persuasione nei confronti di Bonafede, convincendolo a mettere da parte la candidatura di Nino Di Matteo al Dap. Retroscena esplosiva, di cui però Palamara sembra essere pronto a prendersi le responsabilità e a riferire davanti al Csm. 

Leggi anche: Scandalo Csm, Palamara: “Non lascio la magistratura”

Intervistato da Giletti, il magistrato ha inoltre lanciato una vera e propria provocazione nei confronti dei colleghi, chiedendo che semmai su questa dichiarazioni dovesse essere chiamato dal Palazzo dei Marescialli, chiederà che vengano rese pubbliche anche le chat dei suoi colleghi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui