‘Ndrangheta, arrestato il latitante Domenico Cracolici: l’operazione

0

Un’operazione dei carabinieri ha visto la cattura e l’arresto del latitante Domenico Cracolici: i dettagli della vicenda

Torino uccide

Nella notte è stato catturato il latitante Domenico Cracolici, elemento di rilevanza dell’omonima ‘ndrina. Quest’ultimo è stato catturato in una casolare isolato nel catanzarese grazie ai carabinieri della compagnia di Serra San Bruno e Nucleo Investigativo di Vibo Valentia, congiuntamente al personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Carabinieri Calabria. L’uomo era sfuggito alla cattura il 19 dicembre del 2019, nell’operazione “Rinascita-Scott”.

LEGGI ANCHE—> Coniugi scomparsi a Bolzano, arrestato il figlio nella notte: ricostruzione choc

‘Ndrangheta, arrestato il latitante Domenico Cracolici: è a Vibo Valentia

Indagini Carabinieri

Le indagini, portate avanti dai carabinieri con il coordinamento della Dda di Catanzaro alla cui guida c’è il procuratore Nicola Gratteri, sono state incessanti e complesse. Il Cracolici, infatti, nel corso del tempo ha confuso le proprie tracce muovendosi su un territorio vasto ed a lui ben noto.

LEGGI ANCHE—> Dispersi Monte Velino, la squadra aumenta ma nessuna traccia

La tenacia dei carabinieri e del pool di magistrati antimafia, però, ha permesso la riuscita dell’operazione. Durante la latitanza, Cracolici ha evitato un’ulteriore ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione “Imponimento“, eseguita dal Gip della Guardia di Finanza di Catanzaro il 21 luglio 2020. Domenico Cracolici è stato portato nel carcere di Vibo Valentia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui