Coronavirus, Calabria in zona gialla: “Siamo con l’Rt sotto l’1”

0

La Calabria cambia colore. L’indice Rt è sceso sotto l’1 e il Presidente della Regione, Nino Spirlì, si è congratulato con i suoi cittadini.

spot calabria
calabria (youtube.it)

Sono cinque ad oggi le regioni in zona gialla, 14 in zona arancione e 2 in zona rossa. L’indice Rt continua a scendere su tutto il territorio e adesso è a 0,84, ossia sotto la soglia critica dell’1. Questa settimana, come si legge sulla bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità e Ministero della Salute, si osserva un “miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso”.

L’unica regione che ha una classificazione di rischio alto è l’Umbria, (la scorsa settimana erano quattro), 10 con rischio moderato (di cui una ad alto rischio di progressione a rischio alto) e 10 con rischio basso. In calo anche l’indice Rt a 0,84, l’incidenza e i ricoveri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Covid, un dossier dell’intelligence: “I contagi sono almeno il 50% in più”

Coronavirus, Calabria in zona gialla: le parole del Presidente Spirlì

spot calabria
Calabria (iperviaggi.it)

In diretta Facebook il Presidente della regione Calabria Nino Spirlì si è detto soddisfatto del traguardo raggiunto: “Siamo con l’Rt sotto l’1 e ricordiamoci che se ci siamo riusciti è solo merito di tutti”.

“Siamo in zona gialla perché abbiamo tenuto i ragazzi a casa e perché quelle centinaia di migliaia di studenti non sono andati in giro per la Calabria”, afferma Spirlì.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Vaccino Covid, Arcuri conferma: “Ritardi anche sulle forniture di Moderna”

Il Presidente si è detto grato ai giovani in quanto è solo grazie al loro contributo se si è potuti diventare zona gialla. “Se fosse stato per noi adulti, con le feste per i maiali, le feste per il cinghiale, i compleanni, i veglioni nascosti e così via, avremmo messo molto più a repentaglio la salute nostra, degli adulti, dei più anziani e anche dei più giovani”.

Il risultato raggiunto dalla Calabria fa ben sperare e Nino Spirlì rivela che l’indice Rt è sceso di molto sotto la soglia critica dell’1: “Il nostro Rt è sotto l’1 e dovrebbe essere più o meno allo 0,7 solo grazie al buon comportamento dei tanti calabresi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui