Coronavirus, bollettino 29 gennaio: 13.574 contagi e 477 morti

0

L’ultimo bollettino medico emanato dalla protezione civile mette al corrente l’intera popolazione italiana di una leggera diminuzione di casi nel Bel Paese.

covid-19 bollettino

Nonostante le varie strette del Governo, le nuove positività stentano a scendere sotto i 10.000 casi giornalieri, mentre la nota lieta è rappresentata dall’indice Rt che è in calo. L’Italia resta ancora divisa in zone gialle, arancioni e rosse e la zona bianca resta un miraggio per molte regioni.

Questa settimana, come si legge sulla bozza del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità e Ministero della Salute, si osserva un “miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso”.

L’unica regione che ha una classificazione di rischio alto è l’Umbria, (la scorsa settimana erano quattro), 10 con rischio moderato (di cui una ad alto rischio di progressione a rischio alto) e 10 con rischio basso. In calo anche l’indice Rt a 0,84, l’incidenza e i ricoveri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Vaccino Covid, Arcuri conferma: “Ritardi anche sulle forniture di Moderna”

Coronavirus, bollettino 29 gennaio: 13.574 contagi e 477 morti

La curva epidemica, anche se di poco, sta iniziando a scendere. Nella giornata di ieri si erano registrate 14.372 nuove positività mentre il bollettino di oggi, venerdì 29 gennaio, ci mostra che ad aver contratto il virus sono 13.574 persone. I decessi sono 477 mentre il numero di guariti è di 19.879.

• 13.574 contagiati
• 477 morti
• 19.879 guariti

-18 terapie intensive | -381 ricoveri

269.150 tamponi
Tasso di positività: 5,0% (-0,2%)

1.713.362 vaccinati totali

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Piano pandemico, il ministro Speranza interrogato dai pm di Bergamo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui