Dispersi Monte Velino, la squadra aumenta ma nessuna traccia

0

Dispersi Monte Velino, la squadra per cercare  le quattro persone che mancano da domenica aumenta ma nessuna traccia

(Facebook)

Almeno un centinaio di uomini, 9 cani da valanga arrivati anche dalla Valle d’Aosta, 4 elicotteri e un gatto delle neve che domani sarà portato in quota. Questa è l’imponente squadra che da lunedì sta lavorando per cercare i quattro escursionisti dispersi sul Monte Velino in Abruzzo.

Ma fino a questa sera di loro ancora nessuna traccia. I quattro sono tutti di Avezzano, grandi appassionati di montagna: Tonino Durante, 60 anni,  Gian Mauro Frabotta (33 anni) che in passato era anche stato in Nepal, e una coppia di fidanzati, Valeria Mella, 25 anni, e Gianmarco Degni, 26.

Li stanno cercando senza esito ma nessuno molla. In campo una cinquantina di uomini del Corpo nazionale alpino e speleologico, compresa una squadra arrivata anche dalla Valle d’Aosta. Uomini specializzati nell’utilizzo di cariche esplosive per fare scendere la neve pericolosa accumulata sui costoni delle montagne. E poi una cinquantina di esperti della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Polizia dalla caserma di Moena e il 9° Reggimento Alpini dell’Aquila.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quattro dispersi sul Monte Velino, ricerche per ora senza esito

Dispersi sul Monte Velino, la valanga è prfondissima e il vento crea ulteriori problemi

(Facebook)

Le ricerche negli ultimi due giorni sono concentrarti in Valle Majelama, a quota 1.800 metri, secondo la più probabile localizzazione derivante dagli ultimi segnali lanciati dai cellulari dei disperi. Le squadre stanno utilizzando sonde e strumenti elettronici per cercare sotto la slavina che ha un fronte lungo 600 metri e largo 200. Ma soprattutto c’è uno strato di neve che supera i 6 metri.

Proprio per questo già nella giornata di domani potrebbero arrivare in quota anche ruspe ed escavatori per andare a cercare sotto la valanga che è profonda più di 10 metri. Uno dei problemi maggio è che il forte vento dei giorni scorsi ha cancellato tutte le tracce e quindi è più difficile la ricerca”

Delle ricerche ha parlato oggi il sindaco di Avezzano Gianni Di Pangrazio: “Stanno andando avanti in maniera instancabile. Ringrazio i soccorritori a nome della comunità avezzanese e chiediamo loro di andare avanti. La speranza ce l’abbiamo nel cuore ma vedere i familiari così è una sofferenza indescrivibile. Speriamo sempre, con tutti i soccorritori che salgono e scendono, di poter avere delle notizie positive”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui