Vaccino Covid, Arcuri: “Spero nell’immunità di gregge entro fine autunno”

0

Sul tema vaccino anti Covid è intervenuto il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri. Ecco le sue parole

vaccino covid
Vaccino Covid, il commissario Arcuri ha parlato della campagna vaccinale in Italia (foto: Facebook)

Continuano ad arrivare novità sul tema vaccino anti Covid in Italia. Mentre le dosi di Pfizer e Moderna stanno già venendo distribuite da qualche settimana, si attende l’ok dall’Ema per la commercializzazione anche del farmaco di AstraZeneca. Intanto, la campagna vaccinale prosegue – seppur con qualche intoppo – e i numeri sono incoraggianti.

Sul tema è intervenuto il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, intervistato ai microfoni di Rai Radio2. “La speranza è quella di raggiungere l’immunità di gregge alla fine dell’autunno, dobbiamo provarci” le sue parole, alle quali ha aggiunto:I ritardi sono insopportabili e inaccettabili. Su questo tema, noi faremo tutto ciò che è possibile per perseguire la responsabilità di chi li ha prodotti. Nulla è ancora perduto: possiamo recuperare sulla tabella di marcia“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Germania: “La variante inglese prenderà il sopravvento”

Vaccino Covid, Arcuri: “Non abbiamo nulla da rimproverarci”

vaccino variantI Covid
Il suo commento sui ritardi relativi alle consegne (@GettyImages)

Diversi i temi toccati dal commissario per l’emergenza Domenico Arcuri sul tema vaccino anti Covid e sulla campagna in Italia. “Noi non abbiamo nulla da rimproverarci, e nemmeno l’Europa. L’acquisto centralizzato da parte della Ue è stato un bell’evento, un grande passo della storia europea che ha dimostrato unità d’intenti. Dobbiamo proseguire così e cercare di valorizzare il tutto” ha spiegato il commissario: “Le aziende farmaceutiche non producono bibite o calcestruzzo. I vaccini sono fondamentali per la vita delle persone“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid Messico, positivo il presidente López Obrador: le sue condizioni

È inammissibile avvisare il venerdì che il lunedì successivo i vaccini arriveranno in misura minore, c’è in gioco la vita dei cittadini. Non stiamo parlando di un camion che trasporta le merendine e che ha forato” ha poi concluso Arcuri: “Ad oggi, il farmaco è più importante di un qualsiasi risarcimento, non possiamo accettare ritardi“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui