Cina, salvati 11 dei 22 minatori intrappolati sottoterra

0

I soccorritori sono riusciti a salvare undici dei ventidue minatori cinesi rimasti intrappolati due settimane fa sottoterra

I soccorritori per ora sono riusciti a salvare undici dei ventidue minatori cinesi che due settimane fa sono rimasti intrappolati a 600 metri sottoterra. L’annuncio è arrivato dalla Cnn. Il primo operaio è stato tirato fuori dalla miniera d’oro di Hushan, nella provincia di Shandong, intorno alle 11:03 locali (6:03 italiane). Dopo un’ora sono stati trovati gli altri 10, tratti in salvo da un’uscita diversa. Uno di questi è rimasto ferito, ma non sarebbe in pericolo di vita. Degli altri undici minatori ancora intrappolati, però, non si sa nulla dal 10 gennaio scorso.

LEGGI ANCHE—> Lombardia, 900mila dosi anti-influenzale inutilizzate: sprecati 10 milioni di euro

Cina, come procedono i soccorsi ai minatori

Il primo soccorso, fisicamente debole, non appartiene al gruppo dei dieci minatori con cui è stato stabilito un contatto. Da alcune riprese si è visto un uomo, con una mascherina, tratto in salvo, ma che da solo non riusciva a reggersi in piedi.

LEGGI ANCHE—> Terremoto Antartide, Cile lancia allarme tsunami: panico nel paese

Dall’esplosione dello scorso 10 gennaio nella miniera d’oro di Qixia, nella provincia orientale dello Shandong, i soccorritori stanno lavorando senza sosta per salvare i minatori bloccati sottoterra e in pericolo a causa dell’innalzamento dell’acqua. L’esplosione ha bloccato l’ingresso al pozzo e interrotto le comunicazioni. Uno dei minatori è morto la scorsa settimana a causa delle gravi ferite.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui