Matera, madre faceva spacciare la droga al figlio di 9 anni: arrestata

0

Matera, madre faceva spacciare la droga al figlio di 9 anni: arrestata. La donna è accusata di essere a capo di un’associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti

Polizia
Matera, madre faceva spacciare la droga al figlio di 9 anni: arrestata (Foto: Pixabay)

Una donna di 44 anni, Giovanna Battista Gramegna, è stata arrestata con l’accusa di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Aveva coinvolto nella sua attività anche i due figli, di cui il più piccolo di 9 anni, che spacciavano la droga per lei. Nell’associazione sarebbero coinvolti anche altri minorenni, non appartenenti alla sua famiglia. L’attività di indagine condotta tra Puglia e Basilicata dalle distrettuali antimafia di Potenza e Bari, ha portato alla luce una fitta rete di affari.

Oltre alla madre, nel corso della stessa operazione sono stati eseguiti 21 decreti di fermo di indiziato e sette ordinanze di custodia cautelare in carcere.

LEGGI ANCHE >>> Morte Martina Rossi, la Cassazione annulla tutto: processo da rifare

LEGGI ANCHE >>> Si strangola per sfida su TikTok: muore bambina di 10 anni

Matera, madre faceva spacciare la droga al figlio di 9 anni: accusata di essere a capo di un’associazione di traffico illecito

Carcere
Matera, madre faceva spacciare la droga al figlio di 9 anni: arrestata (Foto: Pixabay)

La maxi operazione condotta dalle forze dell’ordine è iniziata nel giugno 2016 e ha visto la sua conclusione lo scorso mese di dicembre. Le indagini hanno portato alla luce un’associazione per lo spaccio di droga tra minorenni ad Irsina e a Gravina (in provincia di Bari). Secondo gli investigatori esisteva: “un fiorente traffico di sostanze stupefacenti e soprattutto le sinergie tra un sodalizio criminale lucano e uno pugliese”.

In riferimento a quest’ultimo, erano coinvolte persone vicine al clan Risoli, attivo nella provincia di Bari. Il blitz ha portato alla confisca di 700 grammi di droga (cocaina, marijuana e hascisc).

L’operazione denominata “Coppia di Regine”, ha portato oltre all’arresto della signora Gramegna, anche alle ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Rocco Caprio, di 40 anni, di Gravina in Puglia; Francesco Paolo Piancazzi (47), di Matera; Francesco Mariani (33) di Gravina in Puglia; Saverio Bisaccia (36) di Bari; Saverio Versetto (25) di Gravina in Puglia e Giuseppe Lorusso (29) di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui