‘Ndrangheta, Lorenzo Cesa finisce tra gli indagati: “Lascio l’Udc”

0

‘Ndrangheta, Lorenzo Cesa finisce tra gli indagati: “Lascio l’Udc”. Il segretario nazionale è al centro di una maxi-inchiesta della Dda di Catanzaro

Polizia
‘Ndrangheta, Lorenzo Cesa finisce tra gli indagati: “Lascio l’Udc” (Foto: Getty)

Un maxi blitz contro diverse cosche di ‘Ndrangheta è stato coordinato dalla Dda di Catanzaro nelle ultime ore. All’interno dell’inchiesta è emerso anche il nome di Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc e nota figura politica italiana da molti anni.

Il diretto interessato ha così commentato il suo presunto coinvolgimento: “Ho ricevuto un avviso di garanzia su fatti risalenti al 2017. Mi ritengo totalmente estraneo, chiederò di essere ascoltato quanto prima dalla procura competente. Ho piena e totale fiducia nell’operato della magistratura”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Crisi di governo, Von der Leyen: “C’è bisogno di stabilità per affrontare la pandemia”

LEGGI ANCHE >>> Foti (Fd’I) a iNews24: “Maggioranza raccogliticcia, elezioni necessarie”

LEGGI ANCHE >>> Caso Chindamo, la figlia: “Ci appelliamo alla parte buona della Calabria”

‘Ndrangheta, Lorenzo Cesa finisce tra gli indagati: “Ho piena fiducia nella magistratura”

Lorenzo Cesa
‘Ndrangheta, Lorenzo Cesa finisce tra gli indagati: “Lascio l’Udc” (Foto: Facebook)

Lorenzo Cesa ha poi voluto chiarire la sua posizione e le prossime mosse: “Chiederò attraverso i miei legali di essere ascoltato quanto prima dalla Procura competente. Aggiungo che visto il particolare momento che stiamo vivendo tutti in Italia, è giusto rassegnare immediatamente le mie dimissioni dal ruolo politico che ricopro”. 

Nelle ultime ore intanto l’abitazione romana del segretario generale dell’Udc è stata perquisita dal personale della Dia.

LEGGI ANCHE >>> Causin (ex FI) a iNews24: “Disagio per un centrodestra a trazione fascio-leghista, scelgo Conte”

All’interno dello stesso blitz della Dda di Catanzato sulle cosche di ‘Ndrangheta è stato arrestato l’assessore regionale calabrese Francesco Talarico. Il componente delle sezione locale dell’Udc, risulta coinvolto tra le 48 persone nel mirino dell’inchiesta Basso. L’assessore al Bilancio è attualmente ai domiciliari nella sua abitazione di Lamezia Terme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui