Morto Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello di pallanuoto

0

Morto Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello di pallanuoto: aveva solo 40 anni. Aveva fatto parte della nazionale di Campagna campione del mondo

Pallanuoto
Morto Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello di pallanuoto (Foto: Getty)

Una bruttissima notizia di cronaca ha investito il mondo della nazionale di pallanuoto italiana. Questa mattina è stata annunciata la scomparsa di Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello. Il 40enne aveva partecipato alla spedizione campione del mondo nel 2019 a Gwangju, oltre alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove i ragazzi di Campagna strapparono uno splendido bronzo. Come staff sanitario aveva prestato servizio nelle varie nazionali di nuoto dal 2008 al 2012, prima di passare appunto al “Waterpolo”. A quanto riferito la causa del decesso è legato ad una malattia fulminante che l’ha portato via nel giro di pochi mesi.

LEGGI ANCHE >>> Morto Arturo Tizon, il motociclista aveva solo 36 anni

LEGGI ANCHE >>> E’ morto Harry Brant: figlio di Stephanie Seymour morto per overdose

Morto Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello: aveva solo 40 anni

Luca Mamprin
Morto Luca Mamprin, fisioterapista del Settebello di pallanuoto (foto: Facebook)

La Federazione italiana nuoto ha voluto ricordare Luca Mamprin sul proprio sito con una nota ufficiale.

Abbiamo un amico in meno al nostro fianco e un angelo in più che ci assiste dal cielo – si legge nel testo sul sito -. Luca Mamprin, 40 anni compiuti il 6 gennaio, fisioterapista del Settebello di Alessandro Campagna, ha conquistato l’ultimo titolo mondiale a Gwangju il 27 luglio 2019. Viene ricordato come un amico per tutti noi della famiglia federale, un fratello maggiore per i giocatori, un compagno di risate, di allegria, di moderazione. Lascia la sua compagna Sara Elena Iannetti, anche lei fisioterapista, che amava moltissimo, al pari della pallanuoto, sua grande passione. Il dolore è grande, lo sconcerto ancora di più. Era malato da tempo ma la sua forza e la sua fede, insieme all’affetto di familiari ed amici, lo aiutavano ad affrontarla. Continuerà a vivere nel ricordo di ciascuno di noi col suo sorriso rassicurante”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui