Ossola, morti due scialpinisti dispersi: le cause della tragedia

0

Ossola, trovati morti i due scialpinisti lombardi che erano dispersi da diverse ore. Alla base della tragedia potrebbe esserci una valanga

valanga nel trentino
Ossola, morti due scialpinisti dispersi (Pixabay)

La speranza è finita nel pomeriggio di oggi: i due scialpinisti lombardi che risultavano dispersi da diverse ore a Devero, nell’alta Ossola piemontese sono stati trovati morti.  Erica Mosca e Lorenzo Landenna,questi i loro nomi, erano esperti di montagna e di escursioni, ma il loro amore per la natura li ha traditi.

Non davano più notizie di loro da ieri, sabato 16 gennaio. In serata avrebbero dovuto pernottare in una baita della zona ma non si sono mai presentati. E così è scattato l’allarme, perché nessuno riusciva a mettersi in contatto con loro.

courmayeur morto snowboard
nessuna speranza per i due dispersi (archivio Twitter)

I due corpi sono stati trovati ad un’altezza di circa 2.000 metri di quota, in fondo ad vallone lungo il sentiero che da Devero arriva alla frazione di Crampiolo. L’ipotesi più probabile è che siano probabilmente precipitati affrontando un tratto ripido senza avere nemmeno il tempo di reagire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidenti in montagna, due giovani morti e una dispersa

Incidente in Val d’Odssila, la causa potrebbe essere una piccola valanga

Le ricerche del Soccorso alpino, scattate subito dopo l’allarme, sono state portate avanti da più di 50 soccorritori e il ritrovamento è stato possibile anche grazie al cellulare di uno dei due dispersi che risultava acceso. La geolocalizzazione ha fornito un’indicazione su dove potessero essere, prima di essere recuperati.

Valanga a Cortina d'Ampezzo
La tragedia potrebbe essere stata provocata da una piccola valanga (Getty Images)

In base ad una prima ricostruzione potrebbero essere stati travolti da un modesto ma letale distacco nevoso. L’uomo infatti, per quello che risulta, era sepolto dalla neve, mentre la donna era riuscita ad attivare l’airbag posto nello zaino.

Erica Mosca era una farmacista molto conosciuta a Samarate (in provincia di Varese), mentre Lorenzo Landenna era un professionista milanese. Come ha detto oggi il sindaco di Samarate, Enrico Puricelli, sarà un grande dolore non vederla più dietro al bancone: “Abbiamo anche perso una persona speciale, un vero punto di riferimento per il volontariato”.

Sempre in alta Ossola ieri sera erano stati soccorsi altri tre escursioni che avevano smarrito il sentiero dopo essere usciti con le ciaspole sulla montagna vicino a Varzo. Quando hanno capito di essere in difficoltà, hanno anche lanciato l’allarme. Sono stati individuati da un elicottero dei Vigili del fuoco del reparto volo di Malpensa e così è stato anche possibile il loro recupero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui