Edwige Fenech, confessione bollente di Lino Banfi: “Lo facevo davvero!”

0

Edwige Fenech, confessione bollente di Lino Banfi: “Lo facevo davvero!” I due sono stati grandi protagonisti della sexy commedia all’italiana degli anni ’70-’80’

Edwige Fenech e Lino Banfi
Edwige Fenech, confessione bollente di Lino Banfi: “Lo facevo davvero!” (Foto: Facebook)

Chi di voi non ha visto almeno una volta in televisione film come “La moglie in vacanza, l’amante in città”, “Cornetti alla crema“, “L’insegnante va in collegio“, “La poliziotta della squadra del buon costume“. Tutti film degli anni ’70-’80, considerati all’epoca come B-Movie, ma rivalutati alla grande con il passare del tempo. Tra i protagonisti c’era sempre lei, la bellissima Edwige Fenech, accompagnata dall’ironia di Lino Banfi, all’anagrafe Pasquale Zagaria. Due dei volti più noti della sexy commedia all’italiana, che tanto ci ha fatto divertire nelle notti d’estate in Tv.

L’attore pugliese ha voluto raccontare qualche retroscena in una bella intervista rilasciata alla trasmissione “Io e Te”, di Pierluigi Diaco.

LEGGI ANCHE >>> Anna Falchi si spoglia per la vittoria della Lazio: promessa mantenuta – FOTO

LEGGI ANCHE >>> Ilary Blasi, sorpresa in arrivo: grande notizia per i fan

Edwige Fenech, confessione bollente di Lino Banfi: “Palpeggiavo davvero sul set”

Edwige Fenech
Edwige Fenech, confessione bollente di Lino Banfi: “Lo facevo davvero!” (Foto: Getty)

Lino Banfi ha deciso di raccontare dei particolari osè del periodo in cui lavorava nei film della sexy commedia all’italiana.

Voglio fare una confessione. Quando toccavo, stringevo e abbracciavo le attrici io chiedevo sempre scusa. Ero innocente, sì, ma c’era anche intelligenza”. Una bella risata per svelare il modo di fare classico sui set di quegli anni. Poi aggiunge: “A dire la verità molti miei colleghi se la spassavano proprio, con delle vere e proprie scappatelle. Io invece sono sempre stato a casa, fedele alla mia famiglia, anche se le tentazioni non sono mancate di certo“.

Poi a proposito della Fenech, in un’altra intervista rilasciata qualche tempo fa a “Il Messaggero” aveva detto: “Una volta dovetti toccare il seno di Edwige. Ero un po’ rigido. Un elettricista si spazientì: ‘Guarda che non stai a cambià una lampadina’ mi strillò. Devo dire che abbiamo avuto sempre uno splendido rapporto anche al di là della vita professionale. Per non buttarmi giù, visti i ruoli che dovevo ricoprire, mi confessò anche che non ero così male, mi considerava virile!“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui