Zanardi è tornato a parlare, la dottoressa: “Non ci credevamo”

0

Zanardi, fantastico annuncio dall’ospedale San Raffaele di Milano: l’ex pilota, a distanza di mesi e numerosi interventi chirurgici, è tornato a parlare. Si tratta di un altro progresso sensazionale. 

Zanardi
Alex Zanardi (Foto: Getty)

Alex Zanardi, a distanza di mesi dopo il terribile incidente dello scorso 19 giugno, è tornato a parlare. La strepitosa notizia è arriva direttamente dall’autorevole dottoressa Federica Alemanno, neuroscienziata del San Raffaele di Milano intervenuta al Corriere della Sera.

L’ultima buona notizia a proposito del campione paraolimpico giunse pochi giorni prima di Natale, quando l’ex polita, dopo cinque operazioni chirurgiche per far fronte al danno neurologico rimediato, iniziò a rispondere alle sollecitazioni attraverso udito e vista. Era vigile e iniziava in particolare a muovere il pollice alle domande della moglie. Fu un sensazionale passo avanti considerando le condizioni disperate con cui fu portato in ospedale in quel tragico pomeriggio d’estate.

alex zanardi
Le condizioni attuali dell’atleta (Foto: Getty)

Zanardi è tornato a parlare: l’annuncio

Ma adesso arriva un altro importantissimo aggiornamento per il 54enne bolognese, il quale conferma ancora una volta la incredibile forza d’animo. In questo momento, infatti, si sta sottoponendo a una terapia particolare chiamata “awake surgery”. “È una tecnica molto particolare che si fa in pochissimi centri in Italia e ha come obiettivo quello di garantire al paziente la migliore qualità di vita possibile dopo un’inevitabile intervento chirurgico”, accenna la dottoressa.

Potrebbe interessarti anche —-> Jovanotti, la figlia è malata: dramma terrificante

Ed è proprio attraverso questa che ha mostrato il suo incredibile passo in avanti. Il test si tratta di un esame per verificare le capacità cognitive di una persona ricoverata. Di fatto il chirurgo verifica zona per zona del cervello di un paziente sedato ma sveglio per comprendere i progressi. “Se ad esempio siamo nell’area della memoria, ripropongo al paziente, sedato ma non addormentato, la fotografia della moglie. Se la riconosce, significa che il bisturi non danneggerà questa funzione e il chirurgo può procedere”, spiega la dottoressa.

Leggi anche —-> Covid-19, Papa Francesco si è vaccinato. Pronto anche Ratzinger

Ed è stato in particolare durante questa procedura che si è verificato quello che in molti, giustamente, definiscono un vero e proprio miracolo. Zanardi ha parlato e lo ha fatto anche con una certa forza: “E’ stata una grande emozione quando ha cominciato a parlare, nessuno ci credeva. Lui c’era! E ha comunicato con la sua famiglia”, ha svelato l’esperta tra non poco stupore anche da parte sua.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui