Covid, Speranza: “Epidemia in espansione, 12 regioni in zona arancione”

0

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un discorso alla Camera ha annunciato che l’epidemia da Covid si trova in una fase espansiva ed in Italia sono 12 le regioni che rischiano la zona arancione

Roberto Speranza
Il commento del ministro Speranza a tal proposito (Foto: Getty)

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha tenuto un discorso alla Camera in cui ha descritto come grave l’attuale situazione epidemica in Italia e, più in generale, nel mondo. “Questa settimana si vede un peggioramento generale della situazione epidemiologica nel nostro paese. Stanno aumentando le terapie intensive, l’indice Rt ed impazzano focolai. Non dobbiamo farci fuorviare perché l’epidemia ora è in una nuova fase espansiva”. Nel mondo c’è un decesso ogni 4080 abitanti ed in Europa un caso confermato ogni ventisette. “Sono numeri terribili”, ammette Speranza.

LEGGI ANCHE—> Covid, il report dell’Oms: “88 milioni di casi e 1,9 milioni di morti nel mondo”

Dodici le regioni italiane che dalla prossima settimana entreranno in zona arancione, ma anche in quelle gialle “sarà vietato lo spostamento tra regioni”. Perlomeno, però, l’intenzione del governo in queste ultime è di “riaprire i musei con il nuovo Dpcm”.

Covid, Speranza annuncia il prolungamento dello stato di emergenza

variante covid speranza

Il governo riflette anche su una zona bianca, ma solo dove l’incidenza è sotto i 50 casi ogni 100 mila abitanti e con Rt sotto l’1. In queste resteranno in vigore le misure sul distanziamento.

LEGGI ANCHE—> Renzi contro Conte, la crisi di governo è vicina: cosa succede

Il ministro Speranza annuncia che “a causa del peggioramento di tutti i parametri è indispensabile prorogare lo stato di emergenza fino al 30 aprile”. Lo stesso è comunque fiducioso in vista futura, perché, nonostante il virus viaggi veloce, “con i vaccini lo sconfiggeremo”. Poi predica cautela: “Non abbiamo ancora vinto, dobbiamo continuare così”. Ed ammette: “Siamo pronti ad aumentare il numero di vaccinazioni da effettuare appena saranno autorizzati nuovi vaccini. Le opzioni sono per 250 milioni di dosi, il doppio di quello che serve”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui