Cartelle esattoriali, dal 18 gennaio ripartiranno le notifiche

0

Dal prossimo 18 gennaio torneranno ad essere notificate le cartelle esattoriali, a comunicarlo sono i sindacati: si riflette sulla miglior organizzazione nel rispetto delle norme anti-Covid

A seguito della mancata proroga della moratoria durata dall’8 marzo al 31 dicembre 2020, le cartelle esattoriali torneranno ad essere notificate da lunedì 18 gennaio. Allo stesso tempo si studiano anche le misure per scaglionarle in modo da evitare pesanti contraccolpi su imprese e lavoratori.

Il comunicato è arrivato dalle sigle sindacali Fabi, First Cisl, Cgil Fisac e Uilca dopo la firma con i vertici di Ader per un’implementazione del protocollo anti-Covid. Si stima che gli atti di riscossione arretrati siano 34 milioni di euro, ai quali se ne aggiungono altri 16 riguardanti rettifiche ed avvisi delle Entrate.

LEGGI ANCHE—> Turismo, Regioni chiedono aiuto al governo: “Servono misure straordinarie”

Cartelle esattoriali, si riflette sull’organizzazione anti-Covid

Conseguentemente al riavvio delle notifiche esattoriali, fanno sapere i sindacati, “sarà necessario organizzarsi per rispondere alla domanda di servizi che aumenterà progressivamente”. Verranno dunque incrementate le presenze giornaliere agli sportelli e nel limite del 50% negli uffici interni. L’attività degli sportelli continuerà per ora ad essere svolta tra le 8:15 e le 13:15 e solo su presentazione. Gli stop giornalieri per le prenotazioni verrà, però, aumentato dall’inizio di febbraio.

LEGGI ANCHE—> Decreto Natale, inviati bonifici per i ristori: raggiunta quota 628 milioni

Per limitare l’afflusso dei contribuenti si prevede l’erogazione esclusivamente di alcuni servizi come pagamenti, rateazioni e sospensioni. Digitalizzazione e telematica saranno i punti cardine intorno ai quali ruoterà il tutto, proprio per evitare il rischio di code ed assembramenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui