Amazon, rimossi i prodotti QAnon dall’e-commerce

0

Il colosso dell’e-commerce di proprietà di Jeff Bezos, Amazon, ha deciso di rimuovere tutti i prodotti collegati a QAnon dalla propria piattaforma

Amazon Qanon
Amazon Qanon

Anche Amazon ha deciso di combattere i complottisti di QAnon insieme agli altri potenti colossi di Internet. Il sito di e-commerce di Jeff Bezos, dopo aver tolto il servizio di hosting dal suo cloud di Aws al social Parler, ha rimosso tutti i prodotti in vendita correlati al gruppo suddetto. Per completare il processo, secondo quanto riferito dal New York Times, occorreranno diversi giorni: per tale motivo ad ora alcuni potrebbero essere ancora disponibili.

LEGGI ANCHE—> WhatsApp, come risultare invisibili: ora è possibile con il nuovo trucco

Successivamente, i venditori che continueranno a vendere articoli collegati alla teoria complottista, provando ad aggirare le regole del sito, saranno soggetti a sanzioni ed alla sospensione o divieto permanente di vendita su Amazon.

Amazon rimuove prodotti QAnon: i venditori si nascondevano dietro un acronimo

amazon qanon

Le politiche di Amazon vietano la vendita di quei prodotti che promuovono, incitano o esaltano ad odio e violenza nei confronti di chiunque. Nonostante tali regole, sul sito sono facilmente reperibili molti prodotti, di QAnon e non, che le vìolano.

LEGGI ANCHE—> Donald Trump, YouTube sospende il suo canale: la causa

Il nuovo divieto, comunque, coinvolgerà in primis i libri autopubblicati che mirano a diffondere la teoria complottista. Successivamente la misura si allargherà a tutto il merchandising della teoria.

Ad ora sono stati evidenziati 7 venditori di prodotti collegati alla teoria hanno cercato di nascondersi dietro acronimi come Wwg1wgA che identifica il moto QAnon “Where we go one, we go all” (Dove va uno, andiamo tutti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui