Covid, Arcuri: “Puntiamo ai 6 milioni di vaccinati entro marzo”

0

Intervistato da “In mezz’ora in più” su Rai 3, il commissario Arcuri ha affrontato il tema emergenza Covid in Italia

arcuri Covid
Il Commissario Arcuri ha affrontato il tema emergenza Covid in Italia (Foto: Facebook)

La campagna vaccinale anti Covid sta proseguendo senza particolari intoppi in Italia. Le dosi fornite da Pfizer/BioNTech stanno venendo distribuite, e c’è chi ha già finito quelle a propria disposizione (come la Campania). Sul tema, è intervenuto il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri ai microfoni di “In mezz’ora in più” su Rai 3.

L’obiettivo è arrivare a quota 6 milioni di vaccinati entro fine marzo. Grazie ai contratti aggiuntivi che l’Ue ha sottoscritto con Pfizer e con Moderna, riusciremo a raggiungere quel numerole sue parole: “Da queste due aziende, l’Italia riceverà ben 60 milioni di dosi, che serviranno ad immunizzare 30 milioni di italiani“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Riapertura scuole, Bonetti: “Vederle chiuse è un trauma”

Covid, Arcuri: “Bisogna proseguire con cautela, vaccino arma in più”

covid arcuri
Il commissario si è poi rivolto al governatore De Luca (Facebook)

Il messaggio veicolato dal Commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri è chiaro: il vaccino è un’arma in più, ma bisogna proseguire con il massimo della cautela.Se continuiamo ad avere pazienza, ne usciremo. Siamo in una situazione migliore rispetto a 6-7 mesi fa, quando non avevamo armi e non conoscevamo il virusha spiegato: “Man mano che salirà il numero dei vaccinati, più alta sarà la barriera contro la moltiplicazione dei contagi. Serve un piano logistico-organizzativo per tutte le dosi che riceveremo nei prossimi mesi“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Prof. Galli a iNews24: “Ancora non sappiamo quanto duri l’immunità del vaccino”

Rivolgendosi poi al governatore della Campania Vincenzo De Luca, Arcuri ha assicurato: “Domani ci sarà la nuova distribuzione delle dosi. Non ho dubbi che il modello distributivo di Pfizer funzionerà, non c’è motivo di allarmarsi“. Il Commissario straordinario si è poi complimentato con la Regione per aver somministrato tutte le dosi ricevute.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui