Covid, vaccinato un uomo di 103 anni: gli haters lo insultano

0

Covid, vaccinato un uomo di 103 anni: gli haters lo insultano. Lo sfogo sui social: “Poteva lasciare la dose ad altri più giovani”

Vaccinato uomo 103 anni
Covid, vaccinato un uomo di 103 anni: gli haters lo insultano (Foto: Getty)

La campagna di vaccinazione per il Covid è partita in Italia, così come nel resto d’Europa, da circa 10 giorni. Le prime categorie a ricevere il farmaco sono gli operatori sanitari e gli anziani delle Rsa, considerati i soggetti più a rischio. L’età è infatti una discriminante piuttosto importante per chi contrae l’infezione da SarsCov2. 

In Toscana è stato vaccinato un uomo di 103 anni che ha fatto segnare il record di anzianità fino a questo momento in Italia. Basilio Pompei, ha una storia piuttosto particolare alle spalle, avendo subito l’orrore dei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Nonostante tutto però c’è chi ha pensato bene di insultarlo sui social, definendo la sua dose “sprecata“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, due medici di Modena lo “regalano” ai parenti: allontanati

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Caos scuola, il presidente del sindacato medici 118: “I bambini diffondono il Covid”

Covid, vaccinato un uomo di 103 anni: per gli haters è una dose sprecata

Vaccino anziani
Covid, vaccinato un uomo di 103 anni: gli haters lo insultano (Foto: Getty)

Sui social a proposito di nonno Basilio, come lo chiamano tutti nella Rsa San Biagio a Dicomano, nel Fiorentino, dove è ospite da tempo, fioccano gli insulti. Gli haters si sono fatti riconoscere definendo la sua dose “inutile e sprecata. Tolta a qualcuno più giovane e che sarebbe dovuta essere rifiutata dal diretto interessato. Facciamo morire i giovani per salvare i vecchi”. 

Ma l’ultracentenario ha risposto in modo serafico: “Se qualcuno vuole commentare in questo modo io non ho proprio nulla da dire”.

Qualcuno ha voluto prendere però le sue parti. Sulle colonne de La Nazione, infatti, Giampaolo Giannelli, vicecoordinatore di Forza Italia della provincia di Firenze, ha dichiarato: “Basilio è stato fatto oggetto di vergognosi ed intollerabili attacchi da parte dei soliti odiatori della rete. Ospiti ed operatori delle Rsa, essendo i soggetti più fragili devono ovviamente essere vaccinati per primi, tutti ed indistintamente. Scrivere delle cose del genere significa pensare che sia giusto morire superata una certa età. E’ una cosa inaccettabile“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui