Rider picchiato a Napoli, bloccati soldi raccolta fondi: controlli sulla colletta

0

GoFoundMe ha bloccato la raccolta di soldi per il rider picchiato e derubato a Napoli: il sito valuta di ridare i soldi ai benefattori

rider picchiato
rider picchiato

Tutti conoscono la vicenda di Gianni Lanciato, il rider picchiato qualche giorno fa a calata Capodichino (Napoli) qualche giorno fa mentre faceva le consegne ed a cui è stato rubato lo scooter.

La risonanza mediatica della vicenda ha fatto sì che si desse vita ad una raccolta fondi sul sito GoFoundMe per comprargli un nuovo scooter.

LEGGI ANCHE—> Vaccino Covid, indagine Nas di Modena: dosi ai parenti dei sanitari

Rider picchiato a Napoli, i motivi del blocco dei fondi

l’azienda americana, con una sede di monitoraggio in Italia, sta facendo delle verifiche ed ha bloccato gli undicimila euro raccolti in poco più di due ore. In primis perché, avendo ritrovato lo scooter, viene meno l’obiettivo della colletta. Inoltre, lo stesso protagonista, dopo aver ringraziato chi è stato solidale con lui, ha dichiarato di non voler accettare tale regalo.

LEGGI ANCHE—> Napoli, rider picchiato e derubato: arrestate cinque persone

Tra i suoi benefattori c’era anche Mohamed Fares, esterno della Lazio, che aveva donato la bellezza di 2500 euro. Ora Gianni, ex macellaio licenziato a seguito della chiusura del supermercato in cui lavorava fino a qualche anno fa, ha ricevuto anche diverse proposte di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui