Rischio infiltrazioni clan mafiosi nella campagna vaccinale

0

C’è il serio rischio, fanno sapere dal Viminale, che nei servizi legati alla campagna vaccinale anti Covid-19 si inseriscano clan mafiosi

Vaccino Italia Speranza

C’è il serio rischio, fanno sapere fonti del Viminale, che i clan mafiosi sfruttino l’emergenza Covid per infiltrarsi in alcuni servizi inerenti la diffusione dei vaccini, oltre che in quelli di sanificazione per strutture turistiche e commerciali. L’allarme è stato lanciato dall’organismo di monitoraggio istituito dal capo della polizia sull’infiltrazione delle mafie nell’economia. La diffusione dei vaccini potrebbe interessare i criminali per la sua elevata domanda e per la fisiologica bassa offerta iniziale.

LEGGI ANCHE—> Vaccino Covid, Misiani: “Se Lombardia non è in grado, subentri Stato”

Procede la campagna vaccinale in Italia: 70mila somministrazioni nelle ultime 24 ore

Vaccino Covid

Procede intanto la campagna vaccinale in Italia che, dal 27 dicembre scorso, ha visto somministrate 247.544 dosi dell’antidoto. Si tratta del 51,7% rispetto alle 479.700 di cui si ha a disposizione. Nelle ultime 24 ore sono state vaccinate 70mila persone.

LEGGI ANCHE—> Moncalieri, incendio nella storica fabbrica della trippa: danni ingenti

La regione con più vaccinati è il Lazio con una percentuale pari a 77,9 punti. Segue la Toscana con il 75,1% ed il Veneto con il 73,8%. Le tre regioni in fondo a tale classifica sono Valle d’Aosta (18,07%), Sardegna (9,8%) e Calabria (6%). La Lombardia, maggiormente colpita nel complesso dall’epidemia, è al 21% di vaccinazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui