Boccia: “Le zone non cambieranno, pensiamo ad inasprimento soglie”

0

Il ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia, ha parlato ai microfoni di Rai 1 delle misure anti Covid che vigeranno in Italia fino al 15 gennaio

Covid

Il ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia, ha parlato ai microfoni di Rai 1, nel corso de La Vita in diretta di quelle che saranno le prossime misure in Italia: “La certezza è che le zone non cambieranno, né i tre colori. Fino al 15 gennaio prossimo ci saranno tali misure. In queste ore stiamo inasprendo le soglie. Tutte le valutazioni, tra cui quella sulle aree bianche, sono sul tavolo ma ne parleremo al momento opportuno”.

LEGGI ANCHE—> Pensioni gennaio 2021, domani l’accredito in banca: il motivo del “ritardo”

Boccia: “Apertura sci? Deve slitta se non riapre prima la scuola”

“Se si sposta l’apertura delle scuole a fine gennaio e si va a confermare l’apertura dello sci al 18 gennaio, c’è qualcosa che non va”. In questi giorni al governo, la riapertura degli impianti sciistici e delle scuole sono i due argomenti che tengono maggiormente banco.

LEGGI ANCHE—> Covid-19, bollettino 4 gennaio: 10.800 contagi e 348 morti

Diverse sono le ipotesi emerse nel corso di questi giorni. Per quanto riguarda gli impianti sciistici l’idea è di farli riaprire il 18 gennaio, ma per farlo dovranno rispettare regole molto stringenti. Per la didattica in presenza al 100% la volontà sarebbe quella di aspettare oltre il 31 gennaio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui