Argentina, il Senato approva la legalizzazione dell’aborto

0

Il Senato in Argentina ha approvato la legge legalizzazione dell’aborto con 38 voti a favore a dispetto dei 29 contro

Argentina aborto
Argentina aborto

In Argentina il Senato ha approvato con 38 voti a favore, a dispetto dei 29 contro, la legge sulla legalizzazione dell’aborto. Si tratta di una svolta storica che pone il paese tra i pochi in Sudamerica dov’è possibile interrompere spontaneamente la gravidanza. La votazione sul provvedimento è avvenuta a seguito di un dibattito di 12 ore nel quale alcuni senatori incerti hanno deciso di appoggiare la proposta. Oltre l’Argentina, sono Uruguay, Cuba, Guyana e la capitale messicana, Città del Messico, che godono di una legislazione in tale materia.

LEGGI ANCHE—> Covid, Boccia rassicura: “Il piano vaccinazioni è garantito”

Legalizzato l’aborto in Argentina, esplode la folla dei fazzoletti verdi

Nel pomeriggio di ieri, nel corso della votazione, nella piazza antistante l’edificio del Congresso della Nazione si sono riuniti fazzoletti verdi, sostenitori dell’aborto, e celesti, contro di esso. I due gruppi sono stati divisi da uno schieramento della polizia che ha presidiato fino all’annuncio del risultato.

LEGGI ANCHE—> Italia, domani si torna in zona rossa: regole e coprifuoco

Il progetto, presentato dal presidente della Repubblica Alberto Fernández, consente l’interruzione volontaria della gravidanza fino alla 14esima settimana. Riconosce anche l’obiezione di coscienza dei medici e stabilisce che, qualora una clinica abbia solo professionisti obiettori, dovrà mandare la paziente presso un’altra struttura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui