Vaccino Covid, dir. Spallanzani: “I 139 vaccinati stanno bene”

0

I 139 che ieri hanno ricevuto il vaccino anti Covid stanno benissimo. Lo ha dichiarato il direttore dello Spallanzani Francesco Vaia

vaccino covid spallanzani
Vaccino Covid, il direttore dello Spallanzani ha aggiornato sulle condizioni dei 139 medici che ieri si sono sottoposti all’iniezione (Getty Images)

Nella giornata di ieri, si è tenuto lo storico Vax Day. Prima grande tappa verso il ritorno alla vita di sempre, ha visto arrivare in Italia 9750 dosi di vaccino anti Covid prodotto da Pfizer. All’ospedale Spallanzani di Roma, sono 139 le persone che si sono sottoposte alla vaccinazione e, a 24 ore di distanza, le loro condizioni sono buone.

A sottolinearlo il direttore sanitario della struttura ospedaliera Francesco Vaia, che ha dato un primo riscontro con un post sul suo profilo Facebook. “Questa mattina ci siamo svegliati più sereni ed ottimisti. Ora abbiamo un vaccino, ne abbiamo somministrati 139 e tutti stanno benissimo” le parole in merito al Vax Day di ieri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Covid, carico da 470mila dosi atteso in Italia per domani

Vaccino Covid, Vaia: “Non abbassiamo la guardia”

vaccino covid spallanzani
Le parole riportate sulla pagina Facebook di Francesco Vaia, direttore della struttura ospedaliera (Getty Images)

La notizia dell’arrivo del vaccino anti Covid ha ovviamente sollevato il morale un po’ a tutti. Col Vax Day si è compiuto un passo storico, che lascia finalmente intravedere la luce in fondo ad un lunghissimo tunnel. Il direttore dello Spallanzani Francesco Vaia ha assicurato che i 139 che ieri si sono vaccinati stanno bene, con un post sulla sua pagina Facebook. “Ma guai ad abbassare la guardia. Non è tempo né di rilassarsi né di ricercare o costruire storie e personaggi. Gli operatori faranno il loro dovere nella quotidianità, non ci sono eroi o angelile sue parole.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid-19, Ordine dei Medici contro negazionisti: avviati provvedimenti disciplinari

Con il vaccino, hanno voluto dare una dimostrazione d’amore a loro stessi, ai loro cari, ai pazienti e a tutto il Paese” ha poi concluso Francesco Vaia: “Dobbiamo continuare a lavorare duramente, perché anche se la strada è ora in leggera discesa, bisogna comunque percorrerla tutto, fino alla fine. Ne usciremo vincitori, ma non sono ammesse distrazioni!“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui