V-Day, la testimonianza dei primi tre vaccinati: “Va tutto benissimo”

0

E’ partito il V-Day e dallo Spallanzani di Roma giungono la prima testimonianza dei tre vaccinati: “Va tutto benissimo”.

V Day testimonianza
La virologa Maria Rosaria Capobianchi è la prima a vaccinarsi (Screenshot)

Durante questa domenica 27 dicembre è partita la lotta decisiva contro il Covid-19, grazie all’inizio del V-Day, copn le prime vaccinazioni che stanno avvenendo allo Spallanzani di Roma. Infatti proprio poco fa abbiamo avuto i primi tre vaccinati al Covid. La prima a sottoporsi è stata la virologa Maria Rosaria Capobianchi, che ai microfoni ha affermato: “Mi sento benissimo, sono emozionata, ma ancora più che emozionata sono inorgoglita“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> V-Day, partono oggi le vaccinazioni in Italia ed Europa: la situazione

Una giornata storica per la lotta contro al virus in Italia ed in Europa, infatti, con l’inizio delle vaccinazioni. Subito dopo le prime somministrazioni sono giunte le prime testimonianze. Ma pggi è solamente un giorno simbolico, con l’arrivo delle prime 9.750 dosi. Infatti la vera distribuzione inizierà domani, con circa 450mila dosi a settimana che arriveranno nel paese e che saranno distribuite alle 20 regioni italiane. Andiamo quindi a vedere cosa sta accadendo dopo le prime vaccinazioni.

V-Day, la testimonianza dei primi vaccinati e le parole di Anelli (OdM): “Inizia una nuova era”

V-DAY Testimonianza
Parla il presidente dell’Ordine dei Medici (Getty Images)

Con l’inizio del V-Day, torna a parlare anche Filippo Anelli, presidente dell’Ordine dei Medici. Infatti il presidente dell’Ordine ha affermato che da oggi inizia una nuova era, un vero e proprio augurio al ritorno alla normalità. Anelli ha poi aggiunto: “È iniziata la campagna di vaccinazione contro il Covid: il grande sforzo tecnologico di ricerca, di produzione del vaccino, in tempi veramente brevi, rappresenta per tutta l’umanità forse la soluzione finale della pandemia di Covid“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Manovra, si va verso l’ok della Camera: oggi alle 19 il voto decisivo

Inoltre allo Spallanzani di Roma, dovrebbero partire circa 135 vaccinazioni nella gioranta odierna. Le prime dosi del vaccino di Pfizer, infatti, saranno destinate ai futuri vaccinatori. Poi si passerà agli operatori socio-sanitari, per poi passare ad anziani e categorie al rischio, fino ad arrivare alla fascia più “protetta” della popolazione. Il vaccino ad oggi è gratuito ma non è obbligatorio, e starà al senso di responsabilità degli italiani capire che questa è la via verso la fine della pandemia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui