Covid, primi casi anche in Antartide: positive 36 persone

Covid, primi casi anche in Antartide: positive 36 persone. Si tratta di alcuni militari  e addetti alla manutenzione di una base cilena. Finora era l’unico continente ad non essere stato coinvolto

Covid Antartide
Covid, primi casi anche in Antartide: positive 36 persone (Foto: Getty)

Anche l’Antartide è stato contagiato dal Coronavirus. L’ultimo continente finora escluso dalla pandemia ha fatto registrare i primi casi di Covid nelle ultime ore. Si tratta di 36 persone di una base cilena. Nello specifico 26 militari dell’esercito e 10 addetti alla manutenzione. Secondo quanto diffuso dai media sudamericani, sarebbe positivo anche

I media in lingua spagnola hanno riferito che tutti i contagiati lavorano da tempo nella base O’Higgins, ovvero una delle 13 basi cilene attive in Antartide.

Si trova vicino alla punta più settentrionale della penisola antartica, nel versante occidentale del continente di ghiaccio, quello più difficile da raggiungere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Antartide, allarme dai satelliti: due ghiacciai stanno crollando

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, negli Stati Uniti superati i 18 milioni di casi: oltre 319mila morti

Covid, primi casi anche in Antartide: positive 36 persone in una base cilena

Antartide contagi
Covid, primi casi anche in Antartide: positive 36 persone (Foto: Getty)

In un comunicato l’esercito cileno ha voluto tranquillizzare tutti sulla situazione all’interno della base intitolata al generale Bernardo O’Higgins Riquelme.

Grazie alla tempestiva azione preventiva è stato possibile sollevare il suddetto personale, cdopo aver riscontrato la positività al Covid-19 tramite test PCR“.

In più è stato riferito che anche tre membri dell’equipaggio di una nave che fornisce supporto alla base, sono risultati positivi da quando sono tornati dalla loro missione in Antartide.

Attualmente le 36 persone infette sono state evacuate e trasportate nella città cilena di Punta Arenas. Tutti sarebbero in buone condizioni e isolati fino al prossimo tampone.

Cercare di tenere a bada il virus in Antartide ha avuto un costo fino ad oggi. Tanto è vero che tutti i principali progetti di ricerca nel continente disabitato sono stati sospesi. Va ricordato come non esistano residenti permanenti, ma solo 1.000 ricercatori di tutto il mondo che rimangono lì anche in inverno.