Morto Nedo Fiano, tra gli ultimi sopravvissuti ad Auschwitz

Morto a 95 anni Nedo Fiano, tra gli ultimi sopravvissuti ad Auschwitz. Una vita di grande testimonianza, il figlio è in Parlamento

Morto Nedo Fiano, aveva 95 anni (Websource)

Se n’è andato oggi uno degli ultimi testimoni italiani degli orrori di Auschwitz e di un’epoca tragica. Nedo Fiano è morto a 95 anni, ma è vissuto sempre per testimoniare cosa aveva vissuto sulla sua pelle. Come Liliana Segre, della quale è stato grande amico per una vita.

Nato nel 1925 a Firenze da famiglia ebrea, per le leggi razziali fu costretto ad abbandonare la scuola. Fu poi arrestato insieme a undici membri della famiglia nel ’44 e tutti assieme furono deportati ad Auschwitz. Una deportazione che successivamente ha raccontato come testimone imperituro a ragazzi e adulti. Fu anche l’unico della famiglia a fare ritorno, dopo la liberazione l’11 aprile del ’45.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morto Piero Terracina, era uno degli ultimi sopravvisuti ad Auschwitz

Nedo Fiano: il commosso ricordo del figlio, parlamentare Pd, e di altri esponenti non solo della politica

Emanuele Fiano (Getty Images)

Laureato alla Bocconi, Nedo Fiano e dove ha lavorato nel mondo dell’industria, ma soprattutto per molti anni ha collaborato con il Centro di documentazione ebraica di Milano.

La notizia della morte è stata data da Emanuele Fiano, suo figlio e deputato Pd: “Papà ci ha lasciati. Ci rimarranno per sempre le sue parole e il suo insegnamento, il suo ottimismo e la sua voglia di vivere. Non avrò mai io la forza che ebbe lui e che lo fece risalire dall’abisso, ma da lui ho imparato che per le battaglie di vita e contro ogni odio bisogna combattere sempre. Questo ci ha insegnato la memoria che lui ha contribuito a diffondere. Sia lieve a papà la terra che lo accoglie e sempre su di noi la sua mano ci protegga”.

La senatrice a vita Liliana Segre, appena appresa la notizia, ha commentato commossa: “C’era tra Nedo e la mia famiglia un legame speciale, più forte delle parentele di sangue. Non potremo mai dimenticarlo. Un grande abbraccio a Lele, Andrea, Enzo e a tutti i familiari”

E Nicola Zingaretti, segretario del Pd: “Con la scomparsa di Nedo Fiano , il mondo perde un uomo che dopo essere sopravvissuto all’orrore della Shoah, ha passato il resto della vita trasmettendo ai giovani il valore della memoria. Un grande abbraccio a Emanuele e alla sua famiglia. Da oggi il mondo è più povero”.