Champions League, 16 partite trasmesse da Amazon: c’è l’accordo

0

Champions League, 16 partite trasmesse da Amazon: c’è l’accordo per l’esclusiva fino al 2024. Il colosso degli acquisti online sbarca anche nel calcio italiano

Uefa Champions League
Champions League, 16 partite trasmesse da Amazon: c’è l’accordo (Foto: Getty)

E’ un periodo molto caldo per i diritti televisivi del calcio italiano. Lega e Figc stanno discutendo con i fondi di investimento britannici per la creazione del canale tematico che dovrà “vendere” il pacchetto della Serie A nel mondo. Una pioggia di milioni che renderà più ricchi i club ma che rivoluzionerà la fruizione del pallone in Tv. La strada tracciata è quella della Premier League e della Liga spagnola. Un passaggio obbligato per rimanere al passo con i tempi, dando anche spazio ai nuovi formati di trasmissione. Lo streaming sui vari device tecnologici è ormai una realtà impossibile da ignorare e ce ne renderemo conto a breve anche grazie alla Champions League. E’ notizia di queste ore infatti l’acquisto da parte della piattaforma Amazon dei diritti Tv della massima competizione calcistica europea. Nello specifico, il colosso di Jeff Bezos potrà trasmettere in Italia la diretta delle 16 migliori partite del mercoledì sera. In più avrà i diritti anche per la Supercoppa Uefa fino al 2024. L’accordo sarà in vigore dalla prossima stagione 2021/2022 durerà appunto per tre stagioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> The Best Fifa Awards 2020: i vincitori dell’edizione di quest’anno

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, bomba assurda: Bonucci all’Inter!

Champions League, 16 partite trasmesse da Amazon: l’esclusiva fino al 2024

Amazon Prime Video
Champions League, 16 partite trasmesse da Amazon: c’è l’accordo (Foto: Getty)

Nello specifico sarà possibile vedere sui canali Amazon una partita del mercoledì sera che vedrà impegnata una squadra italiana durante i gironi eliminatori. Stesso discorso anche per un ottavo di finale, per un quarto e per una semifinale. Sky manterrà invece la maggioranza dei diritti a pagamento, mentre Mediaset si è confermata come televisione in chiaro della manifestazione. A rimanere a bocca asciutta anche per i prossimi tre anni, saranno sia Dazn che la Rai.

Per vedere le partite su Amazon sarà molto probabilmente obbligatorio sottoscrivere l’abbonamento a Prime Video, come avviene già in Inghilterra con la Premier League.

I prezzi dovrebbero essere assolutamente concorrenziali e permetteranno di sviluppare anche nel nostro paese la fruizione in streaming attraverso i vari device tecnologici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui